MateraGrumentum - Petraglia sui social: "Tante leggerezze e più determinazione. L'arbitro ha commesso errori"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il presidente Antonio Petraglia, FOTO: MATERASPORT24.IT

"Qualche piccolo rimprovero alla mia squadra lo devo fare. Purtroppo, continuiamo a commettere errori di leggerezza ed eccessiva confidenza, nonché a non sfruttare, con più determinazione, le occasioni da gol che ci capitano. Per il resto, non abbiamo giocato male, specie se consideriamo l’inferiorità numerica praticamente per l’intera partita e che di fronte avevamo un’ottima squadra". È uno stralcio del messaggio del presidente Antonio Petraglia che sul proprio profilo facebook ha fatto il punto della situazione dopo il match di ieri.

SUGLI EPISODI: "Purtroppo, ci sono state ancora disattenzioni dell’arbitro. Mi riferisco all’espulsione con attenuanti, nostra sbavatura difensiva e atteggiamento furbo del giocatore avversario nell’approfittare della circostanza. Abbiamo commesso qualche disattenzione sul loro gol anche se l’arbitro ha sorvolato su una spinta data ad un nostro giocatore poco prima della rete. A fine, partita, però, ho visto il suo volto pulito e mi ha fatto tenerezza. Poteva essere mio figlio o mio nipote. Tutti noi dovremmo avere un atteggiamento diverso, ricordandoci di avere il privilegio di essere interpreti di una grande passione di vita".

SULLE SITUAZIONI: "A fine partita mi sono arrabbiato, non tanto per la sconfitta che ci può stare e nella scala dei valori che ho nella vita non la considero una tragedia. Mi sono arrabbiato per l’atteggiamento antisportivo riscontrato nel match perché, quando eravamo in svantaggio e cercavamo di rimontare, con mia grande sorpresa ho assistito, allibito ed a più riprese, al rito della sparizione dei palloni che induceva i nostri giocatori a fare incursioni dentro la panchina avversaria per recuperarli".