Cmb Matera - A Pescara incidente di percorso. Cammino oltre le aspettative finora ma c'è tutto per una grande stagione

Scritto da Roberto Chito  | 
Una fase di Cmb Matera-Pescara, FOTO: DIVISIONECALCIOA5.IT

Nessun dramma. Finora il cammino del Cmb Matera era stato al di sopra delle più rosee aspettative. La squadra biancoazzurra, dopo le prime due sconfitte, anche se la prima partita è stata poi vinta a tavolino, ha rialzato la china vincendo contro Napoli, Meta Catania e Manfredonia e ottenendo un punto prezioso contro la Sandro Abate. Risultati che non hanno mai illuso il tecnico Lorenzo Nitti che ha parlato di un trend al di sopra delle aspettative rispetto al cammino che i suoi avevano fatto fino a quel momento.

Non ci dimentichiamo che il pre-campionato del Cmb Matera è stato davvero anomalo. Fra giocatori impegnati per il mondiale e infortuni, Nitti ha dovuto preparare la stagione con pochi intimi. Gruppo che si è ritrovato solamente poche ore della partenza per Settimo Torinese, per la prima giornata di campionato. In campo, Cesaroni e compagni, però, hanno subito fatto vedere grandi cose. Il calendario era probante e metteva di fronte ai biancoazzurri formati che puntavano al massimo. Questo Cmb Matera ha davvero battagliato al meglio, dando segnali importanti. La sconfitta di Salsomaggiore Terme contro il Pescara ha un po’ riportato sulla terra una squadra che poteva davvero accelerare il passo. Il percorso, però, è davvero lungo.

Se i biancoazzurri hanno ottenuto questi risultati in condizioni deficitarie, chissà cosa saranno capaci di ottenere quando avranno raggiunto il top della forma e il tecnico Nitti sarà riuscito a mettere mano alla squadra. E soprattutto, si aspetta l’arrivo di Basile, perno fondamentale di questa squadra. Sarà lui il "nuovo acquisto" che probabilmente farà cambiare faccia ai biancoazzurri. L’incidente di percorso contro il Pescara, però, non può pregiudicare un inizio di stagione oltre le aspettative. Il Cmb Matera ha dimostrato che può essere protagonista anche in questa stagione. Serve solamente un po’ di pazienza e dare il giusto tempo alla squadra per carburare per dire la propria anche in questa stagione.