Il terzino Lobosco in azione, FOTO: LIBORIO MARTINO
In Primo Piano

MateraGrumentum - Promossi e bocciati: Lobosco e Lacarra, domenica da dimenticare. Brilla Falco

Errori. Tanti, troppi. Per una squadra esperta e con alle spalle presenze in categorie superiori è una grossa ingenuità. Soprattutto in un big match. Perché oltre al MateraGrumentum, in questo campionato ci sono altre quindici squadre che proveranno a ottenere punti. Gli errori di Montescaglioso devono essere un monito per il futuro. Dunque, analizzando la prestazione di ieri, meglio partire da chi bisogna mettere dietro la lavagna.

Partita decisa dagli episodi: per questo per Lobosco e Lacarra è stata una domenica da dimenticare. Per il terzino, soprattutto. L’ingenuità dell’1-0 probabilmente non l’ha capita nemmeno lui e starà chiedendo dopo aver rivisto la partita: ma come ho fatto? Sì, perché è stata un’ingenuità davvero clamorosa. Un retropassaggio rischioso, in diagonale verso il portiere. Il tutto si è trasformato in assist per Fernandez, una sorta di rigore in movimento. Anche nell’episodio del 2-1 c’è il suo zampino. Un’altra indecisione che ha provocato il vantaggio dei padroni di casa. Ingenuità che un giocatore con presenze in Serie C e D non può commettere. Nessuno discute le qualità di un giocatore come Lobosco che finora ha davvero fatto ieri. Ieri, purtroppo, è incappato in una giornata storta.

Cosa che è capitata a Lacarra per la seconda partita consecutiva. Contro il Melfi è stato l’artefice del pareggio degli avversari. Fra imprecisioni e rete divorata, gli è stato riconosciuto tanto lavoro sporco. Ieri, no. Ieri ha commesso un errore davvero clamoroso: lasciare in dieci la propria squadra sotto di una rete, in un momento di grande fiducia dopo aver sfiorato il pari in tre occasioni, è stata una grande ingenuità. Anche perché, il rosso non è arrivato da una situazione di gioco. No, perché Lacarra è stato espulso dopo aver protestato e probabilmente detto qualcosa di troppo all’arbitro. Il doppio giallo ha messo in discesa la partita al Montescaglioso che ha approfittato degli spazi lasciati dai biancoazzurri.

Anche ieri, però, Lacarra si è visto troppo poco nell’area avversaria. Le note positive sono rappresentate dal centrocampista Latorre e da Falco. Il primo, ancora una volta ha dimostrato tutte le proprie qualità. Un 2002 padrone del campo che dà davvero sicurezza a tutta la squadra. Falco, invece, ha dimostrato che ogni qual volta ha la palla fra i piedi semina il panico nelle difese avversarie. Dai suoi piedi sono partite le azioni più pericolose. Un giocatore che ha provato a prendere la squadra per mano per darle la scossa.

MateraGrumentum - La Città ha risposto anche in trasferta: la delusione è un sentimento che va apprezzato
MateraGrumentum - Consiglio direttivo dopo il ko di Montescaglioso: ecco le decisioni prese dal club
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate