MateraGrumentum - Cordisco a MS24.it: "Possiamo migliorare, serve equilibrio. Le punizioni? Merito delle sfide con Marsico"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il centrocampista Antonio Cordisco, FOTO: SANDRO VEGLIA

"In campionato, a livello di punti non possiamo recriminare nulla. Abbiamo sbagliato solamente una partita: quella di Montescaglioso. Lì è stato toppato tutto. Se avessimo fatto il nostro anche in quella partita, finora avremmo un trend perfetto. Ovviamente bisogna migliorare ancora di più. Però, ci vuole equilibrio anche in questo e lo troveremo in futuro". Sono le parole di Antonio Cordisco, centrocampista dei biancoazzurri che a MateraSport24.it analizza il momento dei biancoazzurri dopo questo inizio di campionato.

SUI GOL DECISIVI: "Non so se le vogliamo chiamare prodezze. Io cerco di fare il possibile e il mio. Non penso che io sia l’uomo decisivo di questa squadra. Alla fine, si in positivo che in negativo è sempre il gruppo a fare la differenza. Questa è ormai la mia filosofia di vita che chi gioca a calcio deve sposare".

SULLE PUNIZIONI: "Questa specialità su calcio piazzata ce l’ho sempre avuta. A volte va bene, a volte va male. Oltre ad avere una predisposizione in questo è una dote che bisogna costantemente allenare. In settimana lo facciamo molto bene. Soprattutto il venerdì, quando ci fermiamo a provare questo tipo di soluzione. In tal senso le sfide su punizione con Alberto Marsico mi hanno aiutato a far gol. È tutto frutto della voglia di migliorare e di far bene".

SUL MATCH DI MARCONIA: "È stata la solita partita. Faccio anche i complimenti all’Elettra Marconia per come ha giocato. È stato un match duro ma ce l’aspettavamo, come tutte le partite. L’ho detto fin dall’inizio che non sarebbe stata facile. Questo è un campionato tosto. Tutte le squadre sono attrezzate e contro di te ci tengono a far bene. Poi, tutti vedono in noi la squadra da battere".

SUI GOL SUBITI: "Quando si prende gol non è mai colpa della difesa e quando non si fa gol non è mai colpa degli attaccanti. Bisogna alzare il livello dell’attenzione. Terminare qualche partite senza subire reti non fa mai male. I campionati si vincono così. È vero che subiamo gol. Ma è anche vero che creiamo tanto. Questo è il nostro gioco. Giochiamo con quattro attaccanti, quindi è normale che qualcosa agli avversari vai a concedere. Sappiamo che abbiamo tanta qualità là davanti. La fiducia nei nostri attaccanti è massima e sappiamo che ci regaleranno grandi soddisfazioni".

SUL VELA: "Un’altra partita contro un’altra squadra che verrà a Matera per metterci in difficoltà. Ci aspettiamo la solita partita. Noi dobbiamo cercare più equilibrio, soprattutto mentale. Dobbiamo cercare di incanalare le partite nel verso giusto. Infatti, se per una serie di motivi ci troviamo in svantaggio siamo poi costretti a rincorrere. Questo, non deve capitare. Dobbiamo cercare di andare in vantaggio subito per poi cercare di far giocare l’avversario a viso aperto".