MateraGrumentum - Adesso sono i numeri a parlare: dalle vittorie larghe al primo importante allungo in classifica

Scritto da Roberto Chito  | 
L'esultanza dei biancoazzurri, FOTO: SANDRO VEGLIA

Tre indizi fanno una prova concreta. Alla fine, però, a parlare sono soprattutto i numeri. Il MateraGrumentum ha trovato un gran bel passo che oltre a proiettare i biancoazzurri al primo posto in classifica, li vedono essere anche come macchina da gol. Momento migliore non ci poteva essere per i ragazzi di Antonio Finamore. Contro VeLa, Real Tolve e Moliterno, i materani hanno messo a segno ben 18 reti. Una media di sei reti a partite in soli 270 minuti. Un attacco che ha trovato davvero le giuste misure e adesso riesce a concretizzare le tante occasioni create.

Nel calcio, infatti, si vive di momenti. Ad inizio stagione si parlava di una squadra poco cinica che sprecava davvero tanto. Ed era proprio così. Le tante occasioni non finalizzate non rendevano giustizia a partite dominate che poteva essere chiuse con un punteggio maggiore. Nelle ultime tre partite è capitato questo. Ben 18 reti che hanno regalato ai tifosi materani tanti bei gol e soprattutto ottime azioni. Fase offensiva che sta rendendo al meglio, grazie alla qualità dei singoli che riesce ad essere messa in risalto grazie al collettivo. E poi, bisogna pensare soprattutto alla striscia di vittorie consecutive. Sono sette. E nelle ultime tre partite casalinghe, i biancoazzurri hanno dilagato. A cominciare dal 5-1 al Castelluccio, per poi proseguire con il 5-0 al VeLa e per ultimo il 7-0 al Moliterno.

Al XXI Settembre-Franco Salerno, la squadra di Finamore sembra aver messo proprio la marcia giusta. Sicuramente anche le condizioni e le dimensioni del terreno di gioco favoriscono una squadra tecnica che riesce ad esprimersi al meglio. Insieme al 6-3 inflitto al Real Tolve, parliamo della quarta vittoria su sette con uno scarto sicuramente importante. I numeri, se non vengono sottolineati non rendono giustizia ad una squadra che sta avendo un cammino incredibile. Perché può sembrare tutto facile, o ancora peggio tutto scontato. E invece no. Questa squadra è stata punta quando c’era qualcosa che probabilmente non andava per il verso giusto.

E come è stata punta allora, adesso è giusto dar merito ad un cammino importante e a numeri che parlano da soli. Perché con sette vittorie consecutive e una classifica che vede i biancoazzurri essere a più cinque dalla coppia formata da Melfi e Vultur, e a più sei dal Montescaglioso: tre dirette concorrenti dei biancoazzurri per la vittoria del campionato. Un primo distacco importante, ma è ancora troppo presto per parlare di prima mini-fuga. Magari fra qualche settimana, anche questa potrà diventare realtà.