Fc Matera - Finamore a MS24.it: "Squadra giovane e nuova, servirà del tempo. Ma dimostreremo i nostri valori"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il tecnico Antonio Finamore, FOTO: FEDERICO LONGO

"Il bilancio è sicuramente positivo. Dal punto di vista atletico abbiamo lavorato con grandi carichi in maniera ben bilanciata, portando sempre tutto il gruppo a lavorare sul campo. Questo significa mettere in condizione le gambe. È un lavoro che ci tornerà sicuramente utile per l’inizio del campionato. Chiaramente lo stesso discorso vale per la costruzione e l’impianto di gioco che vogliamo proporre. Quindi, senza dubbio è stato un periodo davvero proficuo". È il punto della situazione del tecnico Antonio Finamore a MateraSport24.it all’indomani della conclusione del ritiro, dove il trainer biancoazzurro traccia un primo bilancio del lavoro svolto.

"Il nostro obiettivo principale è quello di farci trovare pronti per l’inizio del campionato per cominciare a lottare per giocarci i tre punti. La Coppa Italia sarà sicuramente un’occasione per darci una misura del lavoro fatto fino a quel momento. La cosa più importante è che questo gruppo diventi squadra il prima possibile e che abbia le idee chiare su cosa proporre con un assetto ben consolidato. È chiaro che essendo una squadra molto giovane c’è tanto da lavorare sotto questo punto di vista. Però, la dedizione di tutti è assolutamente importante. Sono molto fiducioso perché con un po’ di pazienza arriveremo ad esprimere tutti i valori che questa rosa ha. Il mercato? Mancano alcuni tasselli per poter implementare le alternative di valore da impiegare in campo. Ma il direttore sportivo Bolzan è al lavoro alla ricerca di profili che siano funzionali al progetto di gioco che abbiamo in testa", continua il tecnico dei biancoazzurri sul lavoro svolto finora.

E sul test di ieri, Finamore è chiaro: "Al netto dei carichi di questi giorni che fa viaggiare la testa più veloce delle gambe, mi è piaciuta l’intensità del palleggio e la ricerca delle sequenze di gioco e del fraseggio sulle quali avevamo lavorato in questa settimana. Questo è sicuramente un buon inizio. Dopo ventuno sedute di grande carico e contro una squadra ben messa in campo che si chiudeva e toglieva spazi, trovo davvero difficile trovare un aspetto che mi sia piaciuto di meno. Abbiamo provato a fare le cose che dovevamo fare e le abbiamo fatte bene. Sicuramente è un test che ci dà una base di partenza. È stato il primo incontro con un avversario che ci permette di limare quelle imperfezioni che in questo momento sono fisiologiche a questo punto del pre campionato. Questo ci permetterà di poter lavorare al meglio nei prossimi giorni".

Gruppo completamente nuovo e rivoluzionato rispetto alla scorsa stagione. Ovviamente servirà del tempo per poter vedere il miglior Matera, come sottolinea Finamore: "La difficoltà sta nell’aggregare un concetto di gioco con delle alterazioni che vanno rodate, provate e riprovate. Quindi, ci vuole tanto lavoro e soprattutto tempo. Questa è una squadra giovane e soprattutto nuova. E le squadre giovani sono così. Non c’è grande fosforo ma grande gamba e intensità, bisogna prendere i ragazzi e portarli a fare cose codificate per essere sempre pronti alle situazioni di gioco che si possono creare di volta in volta".