Tutto Futsal

Cmb Matera - Auletta sulle strutture: "Percorso comune per trovare le soluzioni migliori"

Roberto Chito Roberto Chito
24.11.2020 23:00

La Tensostruttura, FOTO: TUTTOMATERA.COM

"Siamo consapevoli che in questo territorio ci sono diverse criticità. A cominciare dalla carenza di strutture sportive, che non è solo un problema regionale, ma nazionale. Purtroppo, in questo momento, in Basilicata abbiamo anche un indotto industriale che non sta vivendo un buon momento. E nonostante ciò, si guarda avanti". Non potevamo non toccare anche l’argomento delle strutture sportive con Rocco Auletta, presidente del Cmb Matera, che a TuttoMatera.com sviscera l’ultimo argomento della lunghissima intervista.

SULLA TENSOSTRUTTURA: "Non voglio denigrarla ma non è sicuramente un palcoscenico da Serie A. Noi, stiamo cercando anche di fare il massimo per poterla rendere anche carina dal punto di vista estetico. Però, le nostre partite vanno in diretta su una piattaforma che trasmette in tutto il mondo. Abbiamo anche giocatori che provengono dall’estero, ed è normale che le nostre partite vengono viste da più parti. Dare l’immagine in una struttura simile non è sicuramente il massimo".

SULLE STRUTTURE: "Parlando con la precedente amministrazione comunale feci presente una serie di problematiche. Mi hanno risposto che avrebbero visto cosa si poteva fare. Io, con alcuni dirigenti del club e alcuni dirigenti comunali ci siamo recati al Pala Sassi e al Pala Lanera per poter vedere un po’ la situazione".

SULLE NECESSITÁ: "Partiamo dal presupposto che Auletta non vuole niente e non è arrivato a Matera per imporre niente a nessuno. Il nostro desiderio è quello di poter avere una casa migliore, il più possibile accogliente per dare la vera immagine del club e della città di Matera in giro per l’Italia. Che possa essere questa, quella o quell’altra non fa davvero nessuna differenza. Non è bello però, dare questa immagine di giallore".

SUL COMUNE: "Abbiamo aspettato che la nuova amministrazione comunale si insediasse e cominciasse a lavorare su pratiche ben più importanti della nostra. Dunque, abbiamo preferito aspettare. Però, nei giorni scorsi ci sono stati i primi contatti. Naturalmente, seguiranno incontri per poter pianificare il futuro".

SUGLI ATTEGGIAMENTI: "Vogliamo coinvolgere la città, in tutte le sue componenti, per poter avere a disposizione la migliore soluzione possibile per portare Matera in giro per l’Italia dando la migliore immagine possibile. Non c’è nessuna opera di sciacallaggio da parte mia".

SULLE SOLUZIONI: "È importante trovarle con l’amministrazione comunale. Io interagisco ed esporrò quelli che sono i problemi per poter trovare una soluzione. Cerchiamo unità d’intenti e una visione globale nell’interesse di tutti, anche delle case del Comune. Se con l’amministrazione riusciremo a costruire un percorso insieme ne sarei ben felice. Altrimenti, non posso farci nulla. Vorrà dire che continueremo a giocare alla Tensostruttura e a dare questa immagine della città".

SULLE ALTRE STRUTTURE: "In Basilicata, l’unica struttura adatta per il futsal è il Pala Ercole di Policoro. E allora, perché non sono andato lì? Perché le valutazioni da fare sono davvero tante, devono essere globali e devono tenere conto di tutto. Perché a volte conviene lasciare una cosa e prenderne un’altra".

SUGLI SCENARI: "In estate, insieme alla Futura Matera, stavamo anche dialogando con Bernalda per poter fare un progetto insieme. Io che avevo il titolo sportivo però, avevo posto una sola condizione: quella di giocare a Matera. Il Bernalda, poi, ha deciso di disputare la Serie A2 e andare avanti per conto suo. Noi, invece, abbiamo percorso la nostra strada".

Cmb Matera - Auletta sul futuro: "Matera per alzare l'asticella. E ora vogliamo il top"
Champions League - Quarta giornata: Bianconeri già agli ottavi, Lazio quasi. Ottimo martedì per le italiane
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate