MateraGrumentum - Il match contro il Castelluccio non finisce più: è botta e risposta fra i due club

Scritto da Roberto Chito  | 
Una fase del match di ieri, FOTO: SANDRO VEGLIA

Una partita andata oltre il novantesimo. Sì, perché le ire del Castelluccio non si sono placate dopo il triplice fischio ma sono continuate anche dopo la partita. Soprattutto in serata, quando il club rossoblu ha diramato un durissimo comunicato soprannominando la sconfitta di ieri a Matera come la "rapina perfetta". Tutto ciò, però, non si addice al vero. Perché chi ha visto la partita, può dire davvero cosa è accaduto. Il Castelluccio, nella serata di ieri ha contestato alcune decisioni dell’arbitro. A cominciare dalla rete annullata che avrebbe portato al vantaggio.

Rete non annullata perché era stato già segnalato che il pallone era uscito dal campo. In più, i rossoblu contestano anche il rigore assegnato ai biancoazzurri che ha portato al nuovo vantaggio che poi ha deciso la partita. "Inutile dire che l’U.S. è già al lavoro per denunciare lo scempio vissuto oggi alle autorità competenti valutando ovviamente anche l’opzione se continuare o meno con il dispendio umano ed economico profuso nell’ennesima farsa di un campionato deciso ancor prima di iniziare con le squadre di vertice che fanno la voce grossa dietro le quinte a dispetto delle altre compagini. Pretendiamo rispetto e l’attuale classe arbitrale lucana non è esente da questo richiamo dovendo fare il più delle volte il mea culpa per prestazioni non all’altezza neanche della seconda categoria", è una parte della nota diffusa dal club rossoblu ieri sera.

Parole durissime. Parole che non potevano essere evitate dalla società biancoazzurra che ha subito risposto: "E’ nostro dovere rispondere ad un comunicato ufficiale diramato stamane dall’Us Castelluccio in merito al match di ieri. Agli amici del Castelluccio e non solo consigliamo, innanzitutto, di guardarsi bene i filmati prima di proferire giudizi perentori ed avventati.  Ricordiamo peraltro agli stessi che anche noi del Matera Grumentum ci siamo lamentati in questa e nelle precedenti partite per alcuni infortuni arbitrali, ma non lo abbiamo mai fatto con questa durezza e virulenza evocando "la malafede o la rapina perfetta", è la nota dei biancoazzurri.

MateraGrumentum che poi ha chiarito tutti gli episodi: dal rigore dubbio al gol non annullato al Castelluccio perché il fischio è avvenuto prima, fino all’arbitro materano designato per il match e agli sputi arrivati ai tesserati rossoblu. Una polemica che si spera possa concludersi il prima possibile in vista di un campionato che è appena cominciato e di certo non ha bisogno di questi toni.