Fc Matera - Finamore a MS24.it: "Ecco quando vedremo il vero Matera. Ottobre? Obiettivo fare più punti possibili"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il tecnico Antonio Finamore, FOTO: SANDRO VEGLIA

“Il vero Matera nascerà sul lavoro di campo settimanale, solamente quando potremo lavorare insieme. Quindi abbiamo ancora un po’ di tempo. A novembre, questa sarà la squadra che tutti ci aspettiamo. Però, ad oggi, il bilancio è sicuramente positivo. Dico questo perché abbiamo completato l’organico con elementi di valore in ogni reparto”. È il primo bilancio che traccia il tecnico Antonio Finamore, intercettato da MateraSport24.it, per fare il punto della situazione in casa biancoazzurra.

“Le difficoltà sono principalmente quelle di non aver potuto lavorare con tutto il gruppo a disposizione. Questo per gli arrivi in ritardo e le varie indisponibilità per infortunio e acciacchi vari. Ci stiamo portando dietro il fatto di non avere un gruppo atletizzato tutto allo stesso modo. Da questo punto di vista dobbiamo ancora assestarci. Su un organico di ventinove giocatori, solamente diciotto hanno lavorato a pieno ritmo finora. Gli altri sono in fase di recupero e contiamo di averli a disposizione la settimana prossima in vista della partita contro la Cavese”, continua l’allenatore dei biancoazzurri sulle principali difficoltà alle quali ha dovuto ovviare in questa prima fase della stagione.

Finamore, poi, sull’organico a disposizione, prosegue: “Abbiamo cominciato questo percorso a luglio. Sapevamo che dovevamo scontare questo gap di allestire l’organico su un periodo un po’ più lungo. Sapevamo che saremmo andati incontro a questo tipo di difficoltà. Russo e Piccioni? Con il loro inserimento possiamo sicuramente disporre di un organico completo e di assoluto valore. Su Piccioni dobbiamo aspettare un po’. Dobbiamo permettergli di recuperare a pieno e di atletizzarsi al meglio dopo l’ultimo infortunio”.

Alle porte, un mese di ottobre importante: “Avremo diciotto punti in palio. Il nostro obiettivo è quello di portarne a casa il più possibile. Questo ci permetterà di lavorare con più serenità in vista del prosieguo del campionato. Idea sul Girone H? Sembra essere più in equilibrio di quanto ci potessimo immaginare. Nulla è scontato e ogni partita ha storia a sé. Pertanto si rimane in partita fino alla fine”.