L'esultanza dei biancoazzurri, FOTO: FEDERICO LONGO
La Copertina

MateraGrumentum - La fiamma biancoazzurra si è riaccesa: dimenticare gli ultimi tre anni è l'obiettivo principale

Una fiammella che è diventata fiamma. Matera approva il nuovo progetto calcistico e lancia messaggi di riscatto. Prima l’esclusione dalla Serie C con il relativo fallimento. Poi la farsa per una possibile ripartire dalla Serie D e il nuovo inizio dal basso, dalla Seconda Categoria. Come se non bastasse, ci si è messa in mezzo anche la pandemia. Tre anni che la Città dei Sassi voleva dimenticare al più presto. E la nuova ventata biancoazzurra è stata quella giusta. Già dalla scorsa stagione, dall’arrivo del Grumentum a Matera si cominciava a parlare di un nuovo corso.

La differenza, poi, l’ha fatta la fusione con l’Usd Matera. Avendo trovato il bandolo della matassa con una società che ha tenuto accesa la fiammella biancoazzurra quando non si intravedeva la luce in fondo al tunnel è stato un messaggio positivo. Forze unite per non avere un’ennesima società e creare ulteriori divisioni, facendo a gara a chi si accaparrava più tifosi. Meglio unire sotto un’unica bandiera una Città ferita e umiliata da un 2019 calcisticamente orribile. Essere estromessi a campionato in corso e soprattutto non ripartire dopo diversi abboccamenti e promesse da parte di imprenditori e presunte cordate è stata una doppia ferita che la Città dei Sassi non meritata nell’anno della ribalta mondiale.

Alle fine bisogna dar merito a chi, come l’Usd Matera ha avuto coraggio a ripartire dalla Seconda Categoria e a portare circa 800 tifosi ad una partita in casa. Bisogna ringraziare chi, come l’avvocato Antonio Petraglia ha deciso di sposare la Città dei Sassi per un progetto calcistico, portando qui il suo titolo sportivo, e avendo l’intelligenza di fare una fusione quando i tempi erano maturi. In questo modo la fiammella biancoazzurra è stata tenuta accesa.

Adesso, è il momento di farla tornare ad illuminare il più possibile. I presupposti per un nuovo interessante progetto ci sono tutti. La prima tappa è il ritorno in Serie D. Da lì, poi, si potrà cominciare a programmare un futuro che possa essere a lungo termine. Perché dopo aver visto l’inferno, Matera non vuole più rivivere momenti come quelli di tre anni fa.

MateraGrumentum - Ripresi gli allenamenti: archiviato il Melfi, testa già al big match di Montescaglioso
Roller Matera Femminile - Le ragazze biancoazzurre sbarcano in Europa: sarà un girone di ferro. Ma prima il campionato
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate