MateraGrumentum - Torna Lacarra, e adesso? Martinez è in gran forma, ma Fernandez scalpita

Scritto da Roberto Chito  | 
L'esultanza di Giuseppe Lacarra, FOTO: SANDRO VEGLIA

Scatta la concorrenza. In tre per una maglia per occupare la posizione di prima punta nello scacchiere di Antonio Finamore. Con il ritorno di Lacarra dalla squalifica, ecco che il tecnico materano deve fare i conti con una concorrenza agguerrita. L’ex attaccante di Bisceglie, Brindisi e Molfetta rivendica il proprio posto nell’undici titolare. In queste quattro partite, però, il MateraGrumentum ha dimostrato di non risentire della sua mancanza al meglio. C’era preoccupazioni per gli scontri diretti contro Melfi e Montescaglioso. Martinez, però, ha saputo ben destreggiarsi.

Inoltre, l’attaccante argentino ha anche realizzato quattro reti consecutive in queste partite. E nei due big match è risultato decisivo. Ha realizzato il 3-1 a Melfi, chiudendo di fatto la partita. E soprattutto, domenica contro il Montescaglioso ha messo in rete l’unico pallone per portare a casa i tre punti. Dunque, sei punti decisivi per dare una spallata al campionato e cominciare a guardare con fiducia al futuro. E adesso? Lacarra è un altro pezzo da novanta e ha dimostrato di poter dire la sua in questo campionato, non a caso è il capo-cannoniere dei biancoazzurri se consideriamo anche la Coppa Italia. Le cose, però, cambiano se consideriamo il solo campionato. Lì è Martinez ad aver realizzato 11 reti con Lacarra fermo a 8. C’è anche da dire che la punta barese ha saltato ben sei partite per squalifica. Ben tre volte, in questo girone d’andata si è visto sventolare il cartellino rosso dall’arbitro. La speranza è che ora in avanti possa tenere a freno i nervi, perché per questo rush finale serve anche il suo contributo.

Non bisogna nemmeno dimenticare Fernandez. Il Venezuelano arrivato dal Montescaglioso è partito in sordina, cominciando dalla panchina negli ultimi tre match. C’era Martinez in ottima forma e certe gerarchie devono essere mantenute. Soprattutto alla vigilia di due big match e della delicata sfida contro il Brienza che riapriva il campionato dopo un mese di pausa. Però, c’è da scommettere che Fernandez non sia giunto nella Città dei Sassi per fare la comparsa e soprattutto il sostituto del sostituto. Tre frecce importanti nell’arco di Antonio Finamore che adesso dovrà essere molto bravo a calibrare il tutto. Perché soprattutto in questo momento per raggiungere un traguardo prestigioso come la Serie D serve il contributo di tutti.