Fc Matera - Squadra e tecnico contestati: pioggia di fischi al XXI Settembre. Adesso serve una reazione

Scritto da Roberto Chito  | 
La squadra sotto la Gradinata, FOTO: SANDRO VEGLIA

Probabilmente è il momento più delicato dell’era Petraglia. Momento che era stato attutito dalla bella prova e dal pareggio contro il Gravina. Oggi, però, si è davvero toccato un punto importante, al quale bisogna cercare di raccogliere il prima possibile tutti i cocci per ripartire. Il Matera, per la prima volta nell’era Petraglia è stato contestato. E pensare che erano davvero poco più di trecento i tifosi presenti al XXI Settembre-Franco Salerno.

Questi, a fine partita hanno sonoramente contestato squadre e allenatore. Il bersaglio numero uno? Antonio Finamore. Già alla fine del primo tempo, prima del rientro negli spogliatoi. Il tecnico viene accusato per non aver dato un gioco alla squadra. Sicuramente, la partita di oggi non ha certo aiutato l’allenatore di Policoro che alla fine ha deciso anche di affrontare parte dei tifosi della Curva Sud. Episodi che erano accaduti anche in trasferta. Prima a Santa Maria Capua Vetere, poi a Cava dei Tirreni. E oggi, è stato il momento più delicato.

Un momento che adesso la società deve cercare di gestire al meglio, considerando che fra quattro giorni si torna in campo contro il Francavilla. Al triplice fischio è finito tutto, con i tifosi che sono andati a casa. Una contestazione sicuramente accesa nei toni ma che non è sfociata nei modi. Perché le quattro sconfitte in sei partita non sono proprio il miglior bagaglio da visita per un Matera che si riaffacciava alla Serie D con ben altre aspettative.