Fc Matera - Petraglia a MS24.it: "Non possiamo prendere quei gol. Tanta sfortuna ma al completo diremo la nostra"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il presidente Antonio Petraglia, FOTO: SANDRO VEGLIA

“Quando si perde non si può mai dare una lettura positiva. Purtroppo, in questo periodo siamo anche un po’ condizionati dalla sfortuna. Avevamo già alcuni giocatori infortunati e non in condizione e nel riscaldamento, perdipiù si infortunano Pozzer e Figliomeni che è il nostro faro difensivo. La sconfitta è amara, ma è maturata nei primi cinque minuti dove ci siamo già trovati sotto di due reti”. È il commento del presidente Antonio Petraglia che intercettato da MateraSport24.it ha fatto il punto della situazione dopo la sconfitta di questo pomeriggio.

“Ero molto fiducioso e positivo alla vigilia di questa partita. Però, quando ti manca poco prima dell’inizio del match il portiere titolare e il capitano, giocatore anche di maggior carisma sono pedine che agli avversari non puoi concedere. Nonostante tutto, però, non possiamo andare a Santa Maria Capua Vetere e dopo cinque minuti regalare quei due gol. In un campionato così difficile non puoi concedere all’avversario di partire con questo bel vantaggio. Il bilancio dopo queste tre partite? Qualche punto in più lo potevamo portare a casa. Sicuramente con il Nardò e oggi, erano due partite alla nostra portata. Addirittura in dieci abbiamo giocato anche meglio dal punto di vista dell’orgoglio. Purtroppo, abbiamo terminato addirittura in nove per l’infortunio a Mereu. Eravamo decimati e non ne avevamo più per cercare il pareggio”, continua il massimo dirigente biancoazzurro.

Petraglia, poi, chiarisce cos’è accaduto con i tifosi: “Abbiamo donato ai tifosi qualche maglietta. Era una trasferta molto lontana, loro hanno fatto tanti sacrifici e sicuramente non si meritavano di vedere la squadra perdere. Ci tengo a sottolineare che non c’è stata nessuna contestazione. Hanno semplicemente chiesto alla squadra più impegno. Sono stati educatissimi. È chiaro che noi dobbiamo dare di più per poter ripagare i nostri tifosi che si fanno così tanti chilometri per venire a vederci. Messaggio ai tifosi? Posso capire le critiche, ci sta dopo la sconfitta. Ho letto anche qualcosa contro il mister. Oggi, purtroppo, la partita è stata decisa nei primi cinque minuti quando ci sono stati quei due svarioni difensivi. Lì, al mister puoi addebitare poco. Dobbiamo solamente lavorare e crescere in questo momento”.

Non è certo il secondo ko consecutivo a far perdere l’equilibrio in casa biancoazzurra, come sottolinea Petraglia: “Dobbiamo dare un’occhiata alla classifica. I risultati oggi, tengono tutto in equilibrio. Alla fine, restiamo a centro classifica. Ovviamente, siamo ancora alla terza giornata. C’è tutto il tempo per poter recuperare. Abbiamo la fortuna di sfruttare queste due settimane di sosta per lavorare e recuperare gli infortuni. E soprattutto per capire cosa non va, perché subiamo davvero troppi gol. Potremmo inserire al meglio tutti i nuovi e con la squadra al completo possiamo dire la nostra”.