Fc Matera - Ciullo, eccoti le chiavi del Bue: finalmente quel cassetto si apre e quel sogno biancoazzurro si realizza

Scritto da Roberto Chito  | 
Il tecnico Salvatore Ciullo, FOTO: MATERASPORT24.IT

È consapevole delle difficoltà e del momento non proprio felice che si trova di fronte. Però, in carriera gli è capitato diverse volte di trovarsi nella stessa situazione. Anzi, a volte ha ereditato situazioni ancor più difficili. Però, dalla sua ha il valore aggiunto di aver già indossato questa maglia e di aver lasciato un ottimo ricordo da calciatore. Adesso, però, la missione si fa ben più complicata: Salvatore Ciullo deve lasciare il segno anche da allenatore.

In una vecchia intervista rilasciata al portale MateraCalcioStory.it, il tecnico salentino aveva affermato che “in passato sono stato vicino a venire ad allenare il Matera, ma non per colpa mia, non se ne fece più niente. Diciamo che se avessi un sogno nel cassetto, sarebbe quello di venire ad allenare il Matera e meglio ancora di vincere il campionato”. Detto, fatto. Magari ci è voluto un po’ più di tempo rispetto alle aspettative, ma alla fine la chiamata è arrivata. Ciullo avrà la missione di risollevare un Matera che in sette partite ha conquistato appena una vittoria e un pareggio. Una squadra falcidiata dagli infortuni e che finora è andata a corrente alternata. Eredita il posto del suo ex collega e amico Antonio Finamore con il quale ha avuto già un bel dialogo. I due hanno lavorato insieme a Taranto e hanno conservato un ottimo rapporto.

Ciullo, durante la presentazione è apparso davvero determinato. Ovviamente ci vorrà del tempo per poter capire dove andare a mettere le mani. Al contempo, però, serve essere pratici per poter cercare di muovere questa classifica, fin troppo brutta per i biancoazzurri. Dopo quasi cinque giorni di riflessioni, ci ha pensato il presidente Antonio Petraglia a prendere la giusta decisione. Il numero uno del club biancoazzurro, alla fine, ha “imposto” la sua linea. Ha valutato e contattato diversi profili con Salvatore Ciullo che alla fine era quello più azzeccato per la situazione.

Per il tecnico di Taurisano è un sogno nel cassetto che finalmente si realizza. Tante, troppe volte si è trovato al XXI Settembre-Franco Salerno seduto sulla panchina con scritto “avversari”. Domenica, invece, si siederà su quella di casa. E rispetto a tanti altri profili in lizza, potrà avere un fattore in più: quello di aver indossato la maglia biancoazzurra da giocatore e di poter trasmettere a questi giocatori il valore e il peso di questa maglia. Con la speranza che possa arrivare una reazione di carattere a partire da domenica pomeriggio.