Fc Matera - Si avvicina il momento delle scelte del folto gruppo in ritiro. Prossima settimana sarà quella decisiva?

Scritto da Roberto Chito  | 
Il gruppo biancoazzurro, FOTO: FC MATERA FACEBOOK

La partitella di ieri è servita soprattutto per chiarire le idee sui diversi giocatori che erano presenti in ritiro, soprattutto under, per capire se potranno far partire del gruppo biancoazzurro per la nuova stagione. Magari, su alcuni è stata già presa una decisione definitiva, mentre su altri servirà ancora tempo e magari qualche altra amichevole. In ogni caso, oltre i giocatori presenti, ci sarà ulteriormente da intervenire sul mercato per poter cercare di ampliare la rosa. Di questo, però, in casa Matera ne sono tutti consapevoli.

Le parole del tecnico Finamore e del presidente Petraglia lasciano tranquilli sotto questo punto di vista. Anche perché, dal mercato sono comunque arrivate pedine importanti con alcuni giovani che promettono molto bene. Nella distinta presentata appaiono giocatori che non sono stati ufficializzati. A cominciare dai due portieri. Kevin Demalija, classe 2001, e Michele Diglio, classe 2003. A loro si aggiunge Kebba Njie che due stagioni fa era in biancoazzurro. In distinta figuravano anche giocatori come Sellitti, Demoleon, Montinaro, Di Stefano, Cimmarrusti e Giordano, oltre all’attaccante Briglia, anche lui in biancoazzurro due stagioni fa e l’anno scorso in prestito al Paternicum in Eccellenza lucana. Non erano presenti, invece, Palma, Albano e Calicchio che facevano parte del gruppo della passata stagione.

Sono comunque giorni importanti per poter capire su chi puntare. Da non dimenticare nemmeno la presenza dei centrocampisti Hysaj e Latorre che potrebbero andare a rimpolpare il pacchetto centrale del campo ed essere altre due riconferme oltre quella di Gerardi. Settimana prossima, dunque, dovrebbe essere quella degli altri annunci. Sia dei vari giocatori presenti in ritiro, ma anche di volti nuovi che sicuramente andranno ad ampliare la rosa per dare più scelta al tecnico Finamore in vista di una stagione lunga e molto impegnativa.