Matera - Finamore a MS24.it: "Idee chiare su cosa fare. Ripartiamo da un'ottima base per la Serie D"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il tecnico Antonio Finamore, FOTO: SANDRO VEGLIA

"Si è impegnati a costruire un asset che possa implementare il budget a disposizione per questa nuova stagione e porre le basi per un programma pluriennale sostenibile. Lavoriamo a fari spenti perché così dovrebbe farsi sempre. Poi, a partnership acquisite se ne parla. Altrimenti si genera confusione che non è mai utile. Il presidente ha le idee chiare e non farà passi falsi. Crede in un Matera che possa fare bene e rimanere solido". Parole chiare quelle del tecnico biancoazzurro Antonio Finamore che a MateraSport24.it fa il punto della situazione, analizzando il lavoro che si sta facendo in queste settimane seppur a fari spenti.

"Questa squadra è il risultato di un progetto tecnico pluriennale. Non si disperde un valore aggiunto così importante. Il calcio è programmazione. Rinnovare gli organici ogni anno significa giocare con la sorte che mal si coniuga con chi invece ha come intento tenere i piedi sempre ben piantati per terra. Questo permette di superare le difficoltà che una stagione potrebbe portare con sé. Abbiamo una struttura tecnica di base affidabile, compatta e competitiva, con profili che hanno già giocato in questo Girone difficile. Di lì ripartiremo. La nostra attenzione è rivolta a profili ben inquadrati che possano apportare qualità ed esperienza ad un gruppo già affiatato. Poi il nome di ognuno di essi lo individueremo in base alle risorse a disposizione ed insieme al direttore sportivo che porterà a compimento gli acquisti. Su questo fronte sono in corso sondaggi del presidente con diversi professionisti, tutti di sicuro affidamento. Immagino sarà poi individuato il profilo più in linea con l'idea di club che il presidente ha in mente", continua il tecnico.

In Serie D si sa, la componente fondamentale è rappresentata dagli under. Finamore è chiaro: "Sono fondamentali. Stiamo lavorando a pieno regime con diversi operatori importanti. La piazza ci aiuta. Abbiamo idee ben precise rispetto al ruolo ed alla tipologia di calciatore che ci serve. Siamo orientati verso le Primavere delle prime leghe e calciatori che già hanno ben figurato nella categoria. Il resto lo facciamo visionando partite su partite per individuare quelli più adatti al contesto. Da questo punto di vista Wyscout è un collaboratore infallibile. A questi profili under, poi affiancheremo i talenti del territorio per dar loro opportunità e continuità al processo di crescita intrapreso nelle realtà giovanili della città, che sono d’élite per la Regione".

Biancoazzurri che non disperderanno quanto di buono hanno fatto finora: "Saranno diverse le conferme. Ci sono calciatori che sono con noi da diverso tempo ed altri che ben si sono integrati nel gruppo ed hanno pienamente condiviso l'idea di calcio che pratichiamo. Tutti adatti alle esigenze tecniche della categoria. Questo significa poter parlare da subito lo stesso linguaggio e lavorare per renderlo maggiormente competitivo. Insomma, contiamo su una solida base su cui innestare qualità ed esperienza insieme ad un pacchetto under di categoria".

Finamore poi, conclude sulla Serie D che sarà: "Un torneo giocato con il massimo impegno, da una squadra motivata che onora la maglia e che vuole far parlare ancora bene di sé. Non credo nelle figurine ma in uomini che condividono un progetto, dove il “noi” vale sempre il doppio del “io”. Ci sarà da lottare e noi saremo pronti a farlo. Per Matera sarà una Serie D con prestazioni costruite sul lavoro di squadra e se alimentata dall'entusiasmo che solo la vicinanza del pubblico può dare, in dodici non si può che fare bene".