Fc Matera - Finamore a MS24.it: "Abbiamo voluto questo percorso. Obiettivi? Prima ci consolidiamo, poi vediamo"

Il tecnico Antonio Finamore, FOTO: SANDRO VEGLIA

"Sono sicuramente soddisfatto. Porto con me l’orgoglio di aver allestito un gruppo di lavoro assolutamente di livello che poi alla fine concorre nel raggiungere degli obiettivi e quello di quest’anno è certamente straordinario. Sono molto grato della fiducia che mi viene nuovamente assegnata. Questo poi, porta con sé tanta responsabilità alla quale non mi sono mai sottratto". Sono le parole del tecnico Antonio Finamore che a MateraSport24.it fa il punto della situazione dopo l’ufficialità del rinnovo, ormai deciso da quasi due mesi.

"Allenare a Matera porta con sé una grande responsabilità. Parliamo di una piazza di grande valore con una grande tradizione storica. Questo è un valore che determina il peso della panchina. Certamente abbiamo voluto questo percorso. L’abbiamo voluto con il presidente Petraglia, con lo staff e tutti gli addetti ai lavori e i giocatori. Siamo sulla strada che avevamo sognato e giorno per giorno la stiamo percorrendo. Ora è importante confermarci per poi poter programmare nel futuro altri tipi di discorso. Ora dobbiamo confermarci con una squadra livellata per la categoria e per il blasone che ti porti addosso", continua Finamore sulle nuove responsabilità che lo attendono in questa nuova stagione che rappresenta un nuovo inizio per la Città dei Sassi.

Biancoazzurri che in queste settimane non sono stati a guardare: "Il lavoro sottotraccia è fondamentale per poter fare le giuste valutazioni sotto tanti punti di vista. Una volta che si hanno le idee ben chiare poi si fanno i passaggi decisivi. Mi riferisco alla costruzione della squadra con le riconferme e i nuovi innesti, oltre che con gli under da ricercare. Abbiamo ricercato i profili giusti per il nostro contesto di squadra. Adesso aspettiamo il direttore sportivo che sarà ufficializzato a breve che sarà colui che imbastirà le trattative. Su questo credo si sia mosso bene anche il presidente il quale ha avuto diversi colloqui ma che alla fine è riuscito a trovare il profilo giusto per il nostro progetto".

Cosa cambia con la Serie D? Finamore è chiaro: "Ogni categoria porta con sé un’interpretazione. La scorsa stagione avevamo una rosa composta da giocatori importanti con l’obiettivo di vincere E così è stato. Quest’anno, però, è un altro discorso. Ci andiamo a confrontare con tante realtà importanti, il livello si è alzato. Dovremo misurare la nostra idea di calcio in un contesto diverso rispetto a quello della passata stagione dove avevamo quasi sempre noi la palla. Ora cambia tutto. Dobbiamo lavorare su come non dare vantaggi agli avversari. Saranno due modi diversi di interpretare le partite. Non cambierà, invece, il nostro atteggiamento che resterà sempre propositivo".

Matera che nel nuovo campionato ha le idee chiare, almeno secondo Finamore: "Il Girone H è sempre stato quello più competitivo, il più difficile dove si vanno a confrontare piazze di grandissimo valore e che fanno investimenti importanti con giocatori straordinari. Sarà un campionato di altissimo livello. Noi, però, siamo consapevoli di quello che sarà il ruolo che possiamo e dobbiamo recitare. Dobbiamo consolidarci, dimostrando di essere una squadra di livello per la categoria, tenendo i piedi per terra e cercando di capire come migliorarci di stagione in stagione".