Cmb Matera - Nel segno di Weber: doppietta e parate decisive per il portiere, i biancoazzurri firmano il blitz a Catania. La cronaca

Scritto da Roberto Chito  | 
Una fase del match, FOTO: FONTE WEB

Ancora una volta ci pensa Miguel Weber. È l’estremo difensore biancoazzurro, ormai colonna portante di questo club, a decidere la sfida contro la Meta Catania. Due reti e altrettante parate decisive per il portiere brasiliano, decisivo nel 4-2 dei suoi sui siciliani. Per i biancoazzurri è la seconda vittoria consecutiva, dopo una prova semplicemente da applausi. Cmb Matera che va sul doppio vantaggio e tiene con le unghie e con i denti fino a trovare il più due nei secondi finali.

Partono molto bene i biancoazzurri che hanno subito tre occasioni. Prima con Josete che prova un diagonale: palla a lato. Poi, con Arvonio che approfitta di un errore di Messina ma deve arrendersi al primo miracolo di Dovara. Infine, è Stazzone che pennella un bel cross sulla testa di Pulvirenti: ancora il portiere etneo devia. La partita però, resta bloccata e solamente nella seconda metà la Meta Catania si fa vedere con una girata di Rossetti: Weber, sempre presente salva i suoi. Cmb Matera che prende fiducia: Cesaroni sfiora il palo. Più pericolosa l’occasione di Oitomeia che si gira e serve Santos che ci prova: ancora Dovara si oppone. Poco dopo il 17’ succede di tutto. Rimessa di Stazzone per Santos che si gira e prova: ancora Dovara che si oppone. Meta Catania che riparte con un improvviso capovolgimento di fronte: Musumeci buca Weber e trova il vantaggio. Cmb Matera che ha l’occasione per pareggiare praticamente subito. Grandissima conclusione di Josete che trova ancora Dovara che compie l’ennesimo miracolo.

Qualche secondo dopo, però, arrivare il meritato pareggio: Weber serve Cesaroni che da fuori trova il fendente perfetto per battere il portiere etneo. Biancoazzurri che sfiorano anche il vantaggio con Oitomeia che deve arrendersi ancora a Dovara. Nella ripresa, sono ancora i materani a rendersi pericolosi: ci prova subito Stazzone. Etnei che rispondono con Matamoros che in area spreca. Biancoazzurri che aumentano lo sforzo offensivo. Prima con Weber che serve Cesaroni che ci prova a botta sicura: Dovara chiude lo specchio. Poi, è Stazzone direttamente su punizione a chiamare ad un incredibile intervento il portiere etneo, ci prova Cesaroni: palla di poco fuori. Meta Catania che non resta a guardare e soprattutto con Matamoros crea pericoli. Prima su un errore di Stazzone, supera Weber ma colpisce il palo.

Poi con un’azione personale, viene ipnotizzato dal portiere brasiliano che blocca. E nel miglior momento dei siciliani, i biancoazzurri colpiscono. Al 9:50 è Hrkac che intercetta un ottimo pallone e buca Dovara. Cambia la partita, perché il Cmb Matera quasi due minuti dopo cala anche il tris. Questa volta fa tutto Weber che avanza e indisturbato beffa il suo collega per il doppio vantaggio. Ramiro riorganizza i suoi giocandosi la carta del portiere di movimento. Oitomeia ci mette una pezza sulla conclusione di Matamoros con Weber ormai battuto. Poco dopo il 15’ il Cmb Matera non può far nulla sulla girata in rea di Galan che riapre il match.

Meta Catania che le prova tutte: prima Messina si divora un gol già fatto, poi Matamoros deve arrendersi ad un miracolo salva-risultato di Weber. Biancoazzurri che soffrono ma che hanno anche due occasioni per chiuderla. Prima con Stazzone che da corner pennella un bell’assist per Pulvirenti: ancora Dovara smanaccia salvando i suoi. Poi, però, è Santos a provarci da fuori, a porta sguarnita, colpendo il palo. Meglio, invece, va a Weber, a venti secondi dalla sirena a trovare la quarta rete e a chiudere la partita, regalando ai suoi la seconda vittoria consecutiva.

     

IL TABELLINO

META CATANIA-CMB MATERA 2-4

RETI: al 17:49 pt Musumeci (MC), al 18:50 pt Cesaroni (CM), al 9:50 st Hrkac (CM), al 11:47 st Weber (CM), al 15:28 st Galan (MC), al 19:40 st Weber (CM).

META CATANIA: Dovara, Campoy, Matamoros, Musumeci, Talierico, Tornatore, Messina, Rossetti, Silvestri, Vaporaki, Baio, Marletta, Galan, Tiago Cruz. Allenatore: Ramiro.

CMB MATERA: Weber, Stazzone, Santos, Cesaroni, Oitomeia, Nucera, Josete, Pulvirenti, Perrucci, Braga, Leitao, Hrkac, Arvonio, Di Pietro. Allenatore: Nitti.

ARBITRI: Zannola di Ostia Lido e Cannistrà di Catanzaro.

CRONOMETRISTA: Schirripa di Reggio Calabria.

AMMONITI: Tiago Cruz e Talierico per la Meta Catania e Oitomeia per il Cmb Matera.