Cmb Matera - Nitti: "Fatto un capolavoro, avremo tempo per migliorare sotto tanti aspetti. I tifosi? Ci servono al nostro fianco"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il tecnico Lorenzo Nitti, FOTO: DIVISIONECALCIOA5.IT

“Mi è piaciuto l'atteggiamento della squadra. Siamo insieme da pochissimo. Abbiamo fatto cinque allenamenti in due settimane. La squadra ha un'identità chiara. Tutti si sacrificano, dando il massimo per il bene della squadra. Poi con il tempo arriveranno anche altri meccanismi. C'è tutto per far bene e per fa divertire i nostri tifosi”, sono le parole del tecnico Lorenzo Nitti che ai canali ufficiali del club biancoazzurro fa il punto sul match di ieri pomeriggio.

SULL PORTA INVIOLATA: “Credo che il merito sia dei ragazzi. Hanno veramente dato tutto per la squadra. Qui sono arrivati con voglia, determinazione e cattiveria. Mi sono piaciuti diversi aspetti, come la gestione di alcune situazioni di gioco”.

SUL MOMENTO: “Ovviamente serve tempo per migliorare. Al momento, però, il tempo è l'unica cosa che ci manca in questo inizio di stagione. Noi, però, ci godiamo questa bella vittoria. L'obiettivo è quello di andare a Catania per disputare un'altra gran bella partita, e magari provare a portare a casa un altro risultato positivo”.

SUL PORTIERE: “Weber, secondo me, è uno dei migliori interpreti del ruolo del portiere che gioca palla. Normale che in questo momento non lo possiamo sfruttare come negli anni passati perchè va allenato tanto”.

SULL'ATTEGGIAMENTO: “In questo momento i ragazzi hanno fatto un capolavoro. Nonostante i pochi allenamenti hanno davvero giocato della gran belle partite, dimostrando tante altre qualità. Dobbiamo aspettare per vedere un Cmb Matera organizzato sotto tutti i punti di vista. Ci serve tempo e lavoro. Però, allo stesso tempo con il cuore e con la grinta tappiamo tutti i buchi che ci sono”.

SUL PUBBLICO: “Abbiamo bisogno dei nostri tifosi. Spero che siano sempre più numerosi e che vengano qui a Policoro a seguirci. Noi cercheremo sempre di competere contro grandi squadre come Pesaro e Napoli, cercando di far sempre meglio”.