Il tecnico Antonio Finamore, FOTO: SANDRO VEGLIA
Il Mercato

MateraGrumentum - Una conferma praticamente scontata: Finamore pronto alla grande occasione della Serie D

07.05.2022 15:30

All’inizio c’era stato qualche mugugno su di lui. E alla fine, ha avuto ragione: serviva solamente del tempo a questa squadra che prima doveva mettere al sicuro il risultato, poi provare a fare il cosiddetto calcio spettacolo che in un campionato di Eccellenza non è consuetudine. Parliamo di Antonio Finamore e del grande campionato disputato alla guida del MateraGrumentum. Un torneo dominato in lungo e in largo che ha permesso al tecnico romano di guadagnarsi la conferma per la prossima stagione.

"Come posso non confermare l’allenatore che ha guidato questa squadra non solo alla conquista della Serie D ma di diversi record? Sarebbe impossibile", ha detto il presidente Antonio Petraglia nell’intervista concessa a MateraSport24.it. E se lo dice il presidente, possiamo tranquillamente fidarci. Poi, ovviamente bisognerà parlare e analizzare quel che accadrà. Però, per la società biancoazzurra sarà Antonio Finamore a guidare il nuovo Matera nel campionato di Serie D. Una chance che il tecnico romano merita, dopo le avventure sfortunate con Real Metapontino e Grumentum. La prima chiusa con un esonero, la seconda sappiamo tutti come. Ora la chance di Matera. In Serie D. Una grande occasione anche per lui.

Del futuro, Finamore non ne ha mai voluto parlare. Ma con questi numeri e risultati appare davvero difficile non parlare di riconferma. Sarebbe deleterio non ripartire da un tecnico che ha dimostrato prima di tutto una grande gestione nei giocatori. Non era scontato. Perché nomi così importanti, decidere di mandare alcuni in panchina poteva provocare alcuni problemi. E invece no. Lo spogliatoio è stato sempre unito e soprattutto dalla parte dell’allenatore. Perché una squadra che non sta bene non mette insieme tutti questi numeri e supera ogni record, dominando il torneo di Eccellenza lucana più difficile degli ultimi anni.

Finamore, poi, ha dimostrato di saper organizzare anche un calcio che potesse far divertire i tifosi. È riuscito a inserire in uno scacchiere tattico molti giocatori offensivi e con qualità. Poi, si è affidato anche e soprattutto alle giocate dei singoli. Perché i giocatori con queste doti non vanno messi in gabbia o limitati ma fatti esprimere al meglio. La sua mano si è vista. Adesso, in Serie D l’asticella si alza. Finamore, però, saprà affrontare questa sfida ancora una volta al meglio delle proprie competenze tattiche ma soprattutto umane.

Cmb Matera - Pulvirenti: "Non è ancora il momento di tirare le somme. Salandra può essere un fattore per noi"
MateraGrumentum - Confermato il mister, ma chi farà la squadra? Mastroberti e Pace, ecco la situazione