Cmb Matera - Il club alza bandiera bianca: niente Serie A senza svolta societaria. Altra favola che finisce?

Scritto da Redazione MateraSport24.it  | 
La squadra biancoazzurra, FOTO: PAOLA LIBRALATO

Nulla di buono. Ma era prevedibile. O meglio, scontato. Perché il silenzio che ha contraddistinto il Cmb Matera in queste settimane non poteva che portare ad una decisione drastica: in questo modo, il club biancoazzurro non può continuare e l’iscrizione alla Serie A è seriamente a rischio. Dunque, c’è la possibilità che il club biancoazzurro riparta dalle categorie inferiori, lasciando il proprio posto in massima serie dopo tre ottime stagioni.

Il tutto arriva attraverso un lunghissimo comunicato stampa diffuso dalla società materana. Una nota nella quale si spiegano le varie problematiche e le intense trattative per la cessione del club che non hanno portato a nessuno sbocco. Ci sono stati incontri con vari imprenditori ma nessuno ha deciso di scendere in campo per poter assicurare al club materano lunga vita nella Serie A di futsal. E così, con questi presupposti la società che fino a qualche settimana fa era guidata da Rocco Auletta, ha detto basta. È stato sottolineato che ci sono le porte aperte a chi volesse subentrare, ma al momento l’attuale società non iscriverà la squadra al massimo campionato italiano.

In questo modo, il Cmb Matera potrebbe far ritorno nella sua madre patria: Grassano o Salandra per ripartire dai campionati regionali con un forte ridimensionamento del progetto. Difficile pensare che qualcosa possa muoversi in questi giorni se in un mese c’è stato il nulla di fatto. Un film già visto nella Città dei Sassi. Perché dopo gli altri sport, adesso tocca anche al futsal scomparire dopo stagioni ricche di soddisfazioni.