Fc Matera - "Ciullo is on fire": da quando c'è lui la squadra ha preso il volo. Impatto devastante e numeri incredibili

Scritto da Roberto Chito  | 
Ciullo e la squadra, FOTO: SANDRO VEGLIA

Si dice sempre che per un allenatore parlano i numeri. E adesso gli facciamo parlare. Perché il “miracolo” firmato da Salvatore Ciullo in queste die partite, è soprattutto racchiuso dai numeri. Ben venti punti conquistati in dieci partite, la media di due a match. Cinque vittorie e cinque pareggi, ancora imbattuto. Poi, se andiamo a prendere la classifica dalla decima giornata in poi, il Matera è praticamente secondo in classifica, dietro la coppa Team Altamura e Cavese che guida con due punti in più.

Impatto migliore di Salvatore Ciullo nel mondo biancoazzurro non poteva esserci. Ha preso una squadra abbandonata al penultimo posto in classifica, ormai senza più fiducia e l’ha riportata addirittura a ridosso della zona play off al termine del girone d’andata. E pensare che al suo arrivo, il calendario era quasi proibitivo. Dunque, ci si immaginava il peggio. Lui, però, dal primo momento ha avuto le idee chiare. Molto pragmatico, ha guardato al presente, provando a fare il massimo possibile. I pareggi contro Casarano e Martina hanno sicuramente rappresentato una svolta nella stagione dei biancoazzurri. Perché il 2-2 del Tursi, acciuffato all’ultimo secondi di partita, è stato il segnale che qualcosa stava cambiando.

Le successive vittorie contro Brindisi e Nocerina hanno riportato il Matera in linea di galleggiamento, in piena zona play out, dopo aver abbandonato definitivamente quella retrocessione. I biancoazzurri, poi, non si sono più fermati. Hanno fermato Team Altamura, Afragolese e Barletta sul pareggio e vinto contro Lavello, Fasano e Puteolana. Ciullo è riuscito a trovare il giusto bandolo della matassa, confermando il 3-5-2 e trovano i giusti interpreti per far funzionare al meglio un impianto tattico.

Oggi, per qualsiasi avversario, affrontare il Matera è davvero difficile. Dove sta il segreto di tutto questo? Sicuramente nel lavoro, ma l’impatto che Ciullo ha avuto sulla squadra è stato davvero devastante. Tant’è che il coro “Ciullo is on fire” dei suoi giocatori, la dice tutta sul rapporto che si è creato tra squadra e allenatore.