Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, FOTO: FONTE WEB
L'Approfondimento

La pensiamo così - XXI Settembre, serve il secondo passo: quando un primo progetto?

Ora serve il secondo passo. Il Comune si è detto disponibile a valutare qualsiasi strada per rendere lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno completamente diverso da quello attuale. Bene, adesso si passi avanti. Il dialogo deve continuare e bisogna capire in che modo farlo proseguire. Palazzo di Città ha ottenuto un finanziamento importante ma è ovvio che non possa bastare per mettere mano ad uno stadio che presenta diverse criticità.

Dunque, cosa fare? Si potrebbe aprire ai privati con chiunque voglia presentare un progetto di riqualificazione o di un nuovo stadio, visto che il Comune non sottovaluta nemmeno questa strada. Serve avviare un discorso il prima possibile, senza che il discorso si dissolva come neve al sole, come capitato negli ultimi anni. La questione stadio viene sollevata da tutte le amministrazioni comunali. Oggi, sembra che siamo ad un punto di svolta. Per averlo, però, è necessario compiere il secondo passo, quello più importante. Ovviamente bisogna aprire ai privati, cercando di capire se c’è qualcuno che voglia investire in quell’area e abbia le intenzioni di rendere lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno belle e confortevole che merita.

Oggi bisogna prendere una decisione importante, perché per costruire il domani bisogna capire quanto tempo serva per una riqualificazione o un nuovo impianto. Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno deve essere dislocato altrove? Difficile. Mancano gli spazi e soprattutto l’idea potrebbe essere quella di ampliare lo stadio con attività commerciali connesse. Sono idee. Queste devono essere analizzate attraverso un progetto. Perché il Comune non apre ad idee di questo tipo?

In questo modo si può capire chi è interessato a realizzare qualcosa di importante in quell’area, oppure a realizzare altrove un nuovo impianto. Solo in questo modo, Palazzo di Città può fare il punto della situazione capendo che il calcio a Matera sta rinascendo e vuole trovare una nuova dimensione. Si attende questo secondo passo. Poi, ci sarà tempo e spazio per tutte le valutazioni del caso.

Questione stadio - Il Comune apre le porte: un primo passo per la svolta. Quale sarà sarà il secondo adesso?
Cmb Matera - Nitti: "Serve una riflessione adesso. Obbligati a non perdere più terreno"
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate