Cmb Matera - Nitti a MS24.it: "Ecco cosa mi resterà di questi due anni bellissimi. Il divorzio? questi i motivi"

Scritto da Roberto Chito  | 
Il tecnico Lorenzo Nitti, FOTO: PAOLA LIBRALATO

"Sono stati due anni molto belli. Naturalmente le dimissioni del presidente hanno creato delle incertezze legate comunque a delle problematiche importanti. Dunque, ho preferito chiudere qui il mio bellissimo ciclo al Cmb, ringraziando tutte le persone che mi sono state affianco in questa avventura". Si apre con queste parole l’intervista di saluto che il tecnico Lorenzo Nitti ha concesso a MateraSport24.it per fare un bilancio sulla sua avventura in biancoazzurro di queste due stagioni.

"Mi porterò dietro l’aver trovato una società seria, fatta da persone che hanno una grande passione per questo sport e che non hanno mai anteposto i propri interessi personali a quella che è l’etica sportiva. Questo sicuramente è stato l’insegnamento più grande. Matera poi, è una città bellissima. Sono stato benissimo in questi due anni, mi hanno accolto in maniera eccezionale. Stesso discorso posso fare per Grassano, perché il primo anno ho vissuto lì. Ho avvertito la vicinanza di tutti e sono felice di aver scoperto la Basilicata che è una terra bellissima", prosegue il tecnico napoletano su cosa gli ha lasciato questa importante avventura in biancoazzurro.

Nitti, poi, prosegue: "Sono molto contento del percorso fatto in questi due anni. Al di là dei risultati sportivi ottenuti, spero di aver dato il mio contributo per permettere al club di crescere, strutturarsi, migliorarsi. Allo stesso tempo sono felice ma anche amareggiato perché c’è sempre voglia di far meglio. Dispiace non essere riusciti a fare ancora meglio di quanto si è fatto. Questo, però, rappresenta uno stimolo per cercare di migliorarsi e di far sempre meglio".

Due anni molto intensi in biancoazzurro: "Di momenti belli ce ne sono stati sicuramente tanti. Dalla qualificazione in Coppa Italia alla bellissima partita di Catania, senza dimenticare gara-due contro il Pesaro nei play off. Ovviamente, non può mancare anche il raggiungimento della semifinale di Coppa. Invece, il rammarico più grande è non essere riusciti a raggiungere i play off quest’anno. È sicuramente la nota dolente di questi due anni".

Per Nitti, adesso, è tempo di pensare al Benevento che si presenta come protagonista nel prossimo campionato di Serie A2: "Il mio futuro non è troppo lontano da Matera, e fortunatamente nemmeno da Napoli. Sono contento per la scelta fatta, verso una società seria nella quale rivedo i valori, la serietà e l’organizzazione che ho trovato nella Città dei Sassi in questi due anni".