Immagine d'archivio, FOTO: MATERASPORT24.IT
L'Approfondimento

La pensiamo così - Tutta colpa del virus? No. Grumentum penalizzato oltremisura. Il perchè

Roberto Chito Roberto Chito
25.03.2021 15:54

Qualcuno dirette colpa del virus. Qualcuno potrebbe dire che il regolamento della Figc ha dato la possibilità di non scendere in campo. Però, bisogna analizzare anche chi è davvero penalizzato da tutta questa vicenda. Sicuramente il Grumentum di Antonio Petraglia. L’anno scorso la battaglia per una retrocessione ingiusta, arrivata dopo non aver permesso ai biancoazzurri di giocarsi la salvezza sul campo. E quest’anno, un campionato che parte, gioca le prime quattro partite, il Grumentum solo due perché le altre vengono rinviate, e viene interrotto per il Dpcm dell’ex premier Giuseppe Conte a fine ottobre.

Da allora il nulla. Dell’importanza dell’Eccellenza ci si ricorda solo a febbraio, quando si comincia ad ipotizzare una ripartenza. Segue un mese di silenzio totale, viste le campagne elettorali in Figc e Lnd. Dopo le ri-elezioni di Gravina e Sibilia, sembra che si possa ripartire. Alt: la ripartenza è solo su base volontaria. Poi viene deciso un numero minimo. Ad alcune Regioni viene concessa la proroga, ad altre no. Insomma, un pasticcio. E in tutto questo, a farne le spese è ancora una volta il Grumentum. Sì, perché dopo la retrocessione a tavolino dalla Serie D all’Eccellenza, i biancoazzurri, sul campo non si son potuti riprendere ciò che gli era stato tolto dodici mesi prima. Addirittura, in estate hanno visto cambiato il regolamento ripescaggi. In più, secondo le regole cambiate in corso d’opera, il club del presidente Petraglia non potrà nemmeno entrare in graduatoria per un posto nella griglia ripescaggi per la Serie D.

Già, tutta colpa del “maledetto virus” direbbe qualcuno. Sì, però, d’altra parte c’è una società che ne esce fortemente penalizzata. Un minimo di tutela a società virtuose che purtroppo si sono trovate in una situazione complicata bisognava darla. Sicuramente Antonio Petraglia non si fa destabilizzare da tutto questo. Il suo progetto continuerà e nelle prossime settimane avrà il decollo desiderato. D’altra parte, dopo situazioni del genere la voglia e la passione potrebbe scemare. Perché il virus ha sicuramente creato problemi, ma chi ha fatto degli investimenti sicuramente non vedrà più ritornare quanto speso nei mesi precedenti. Tutta colpa del virus? No. Le responsabilità sono di molte più parti.

Grumentum - La nota di Petraglia: "Vicenda tragicomica. Avanti con ambizioni più grandi"
Il retroscena - Grumentum, Petraglia le ha provate tutte. La cronaca dell'ultima settimana
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate