Il logo del MateraGrumentum, FOTO: MATERASPORT24.IT
La Copertina

MateraGrumentum - Serie D è in arrivo, progetto serio: per gli imprenditori materani è arrivato il momento della verità

Il momento decisivo si avvicina. Non solo per la squadra che è prossima a raggiungere l’obiettivo stagionale, ma anche e soprattutto per il futuro. Parlato del discorso tecnico con il mese in più da sfruttare, ovviamente il tutto passa attraverso quello societario. Perché è da diverso tempo che il presidente Antonio Petraglia parla di diversi sondaggi o contatti con alcuni imprenditori materani interessati a dare una mano. Se con una semplice sponsorizzazione o con quote societarie, è tutto da capire. Però, è arrivato il momento della resa dei conti. Un dentro o fuori che non può più avere tempi lunghi.

La città e l’imprenditoria ha visto durante questa stagione la serietà di una società che a breve riporterà a Matera il calcio nazionale. Sondaggi o contatti ce ne sono stati anche tanti. Perché non prendere una decisione? La programmazione di una stagione non si può certo fare dal primo luglio in poi, quando gioco-forza, legalmente entra la nuova annata sportiva. Le cose, bisogna farle prima. Dunque, ad obiettivo raggiunto è necessario provare a sfruttare questo tempo per capire il da farsi. Perché se l’avvocato Antonio Petraglia dovrà andare avanti da solo è sicuramente un discorso. Se invece, insieme all’avvocato romano ci saranno una serie di imprenditori è un’altra tematica. Un discorso che bisogna approfondire a lungo e che da lunedì mattina diventerà d’attualità. Perché ad obiettivo raggiunto, le restanti quattro partite saranno solamente una formalità. A prendere la scena sarà il futuro, come giusto che sia. La speranza è che questi contatti che Petraglia ha avuto in questi mesi possano portare ad uno sbocco positivo.

Il progetto e la programmazione non si possono certo fare dalla sera alla mattina. Il calcio, rispetto alle ultime stagioni è cambiato e senza queste due componenti sarà davvero difficile avere un futuro roseo. Società che sono partite a mille con investimenti e proclami hanno avuto vita breve. Si sono ritrovate dalle stelle ad un altro fallimento. Alcune, anche più volte a distanza di poco tempo. Matera che ha pagato più di tutti questo scotto non può proprio permetterselo. E il presidente Petraglia, ha già messo alcuni paletti da diverse settimane. Messaggio che probabilmente potrà spingere alcuni imprenditori materani a scendere in campo, trovando finalmente maturo il tempo di farsi avanti per un progetto lungimirante e a lungo termine.

Si spera che si passi dalle parole ai fatti. Di tempo ce n’è, però non si può giocare su questo. Siamo ad aprile, ma la nuova stagione deve essere programmata nei minimi dettagli e particolare. Perché la Serie D è sicuramente un altro mondo. E disputarla a Matera, dopo quattro anni di buio o di campionati regionale, ha tutta un’altra attesa. Per questo, occorre non sbagliare per non rivivere le brutte esperienze del passato che tutti i materani vogliono definitivamente mettersi alle spalle e godersi la nuova era.

Cmb Matera - Parisi: "In Coppa abbiamo dimostrato che possiamo stare ai vertici. Polistena? Tanti ricordi, ma vesto un'altra maglia"
Cmb Matera - Pascale: "Ora play off nella posizione migliore. Futuro? Basta rivoluzioni, partiremo da un'ottima base"
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate