Il difensore Luigi Dinielli, FOTO: SANDRO VEGLIA
L'Intervista

MateraGrumentum - Dinielli a MS24.it: "Nessuna rivincita per me qui. Terzino? Ho cominciato proprio così"

"Finalmente sono tornato in campo dal primo minuto. L’emozione è quella di un ragazzo che torna in campo dopo tre mesi di infortunio. Non è stato un periodo semplice. Infatti, all’inizio sembrava di poca cosa, ma alla fine è stato un vero e proprio calvario". Sono le parole di un raggiante Luigi Dinielli che a MateraSport24.it ha parlato del suo ritorno in campo dal primo minuto dopo aver giocato diversi spezzoni visto il lungo tempo rimasto ai box per via di un brutto infortunio.

"Sono proprio cresciuto come terzino. Naturalmente non avrò doti offensive come Lobosco o Pellegrini che si propongono con molta facilità, perché io sono molto più difensivo di loro. Tutto è nato perché avevamo un’assenza importante in quella posizione. Il mister ha fatto le sue valutazioni e ha deciso di schierarmi sulla corsia esterna. A me è andata bene così. La concorrenza? È vero, come centrali di difesa siamo in tre per due maglie. C’è tanta competizione, come giusto che sia in una squadra di grande spessore. Infatti, occorre che ci siano più giocatori dello stesso livello. D’altronde, in una stagione molto lunga non si possono sapere le insidie che arrivano. Noi siamo consapevoli che chiunque scenda in campo suda la maglia e dà sempre il massimo per il bene comune", continua il difensore biancoazzurro.

Dinielli ha già vestito il biancoazzurro anche se il precedente è durato davvero poco, appena un mese. Nella Città dei Sassi cerca una rivincita? Ecco il difensore: "Assolutamente non la considero tale. Nella stagione 2018-19, in Serie C, a Matera sono rimasto solamente per poco più di un mese. Quell’anno non c’erano i presupposti per poter restare. E infatti, alla fine sappiamo tutti com’è andata a finire. Il pubblico? Aumenta di domenica in domenica. La loro presenza ci può dare solo stimoli in più. E magari, a fine stagione festeggeremo tutti insieme.

I biancoazzurri continuano nel loro gran momento di forma: "Non abbiamo nessun segreto. Siamo una squadra molto affiatata in campo e fuori. Tutti siamo motivati nel raggiungere quegli obiettivi che la società ha prefissato ad inizio stagione. Serie D più vicina? È ancora molto presto per parlare di questo. Mancano ancora dieci partite, ci sono ancora trenta punti a disposizione. In questo campionato poi, abbiamo visto che nessuno ti regala niente", conclude Dinielli.

Cmb Matera - Assenze ed errori sottoporta dietro il ko di Napoli: serve ripartire subito
Hockey Pattinaggio Matera - È un'agonia: Forte dei Marmi si impone con una goleada. La cronaca
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate