Cmb Matera - La grande occasione persa della Città dei Sassi: perchè il mondo politico continua a restare indifferente?

Scritto da Roberto Chito  | 
La squadra biancoazzurra, FOTO: PAOLA LIBRALATO

Il nulla. Le dimissioni del presidente Rocco Auletta non hanno praticamente sortito nessun effetto nel mondo imprenditoriale e politico materano e lucano. Una notizia che non ha portato le due componenti ad una presa di posizione, cercando di trovare soluzioni. Queste non vengono trovate da diverse estati, appare difficile che questa volta sia tutto diverso. Insomma, ancora una volta, una importante realtà del nostro territorio rischia di sparire perché gli imprenditori vengono lasciati soli.

Quella del Cmb è una storia davvero strana. Una squadra che per anni ha girato per la provincia materana, senza trovare una destinazione definitiva. Questa doveva essere Matera, nella quale il Cmb doveva trovare la sua casa definitiva. I problemi della Tensostruttura non risolti in un anno da parte del Comune hanno indotto il presidente Auletta a cambiare meta, trasferendosi a Policoro. Una tortura che l’ormai ex numero uno biancoazzurro ha deciso di non affrontare nuovamente quest’estate. A quarantottore dalle dimissioni del presidente, il mondo politico materano continua nel proprio silenzio. Per molti non è una sorpresa visto che i politici sono soprattutto bravi a salire sul carro dei vincitori con vari complimenti quando le cose vanno bene.

Poi, quando gli si chiedono soluzioni di questo tipo, si avvia la politica dello scaricabarile. Peccato che in questo modo progetti sportivi lungimiranti rischiano di sciogliersi come neve al sole. E questa è sicuramente l’occasione per una Matera che si professa città dalle dimensioni europee ma che quando si tratta di sport non riesce mai a fare il passo in avanti. Un’occasione persa per una politica che anno dopo anno e amministrazione dopo amministrazione resta sempre la stessa.