Cmb Matera - Ancora un ko: prova troppo brutta, la Meta passa sotto i colpi di Musumeci-Josiko. La cronaca

Scritto da Roberto Chito  | 

Santos durante una partita, FOTO: DIVISIONECALCIOA5.IT

Nessun riscatto. Anzi, un passo indietro. Un Cmb Matera troppo disattento e poco pungente torna a casa con la terza sconfitta stagionale, la seconda nel giro di poco meno di settantadue ore. A Catania passa la Meta: 8-5 per i padroni di casa che potevano addirittura rendere il passivo più pesante se non era per Weber e i pali colpiti. Cmb Matera che ha un lampo solo nel finale, quando Wilde, che sbaglia anche un rigore, con una tripletta rende meno amaro il passivo. Il ko, però, è davvero giusto: i biancoazzurri hanno fatto troppo poco per uscire da Catania indenni.

Parte bene il Cmb Matera che ci prova subito con Bizjak servito da Wilde: Dovara respinge. Il portiere rossoazzurro, poi, si ripete poco dopo su Wilde che sfrutta un gran bel buco difensivo. Il Catania non resta a guardare e con il passare dei minuti cresce. Grande chance per Rossetti che toglie palla a Musumeci: clamoroso palo. Poco dopo è Josiko che serve Sanz: palla di pochissimo a lato. Poi è Musumeci che trova Josiko che serve Sazn che si divora la rete. Rossoazzurri che al 10’ trovano il vantaggio. Azione Josiko-Musumeci: palla per Baldasso che trova il tap-in. Biancoazzurri che rispondono con Wilde che a campo aperto viene fermato da Baldasso. Il Catania, però, è sempre pericoloso. Josiko serve Rossetti che ci prova: miracolo di Weber che nel deviare anticipa anche Baisel pronto ad insaccare. Cmb Matera che risponde con un insidioso tiro-cross di Cesaroni: Baldasso si rifugia in corner. Biancoazzurri che ci provano con una bella giocata di Wilde: Dovara compie un gran miracolo e devia. Per il Cmb Matera la partita sembra mettersi sui binari giusti: il Catania si vede espellere Rossetti che va sotto la doccia.

Biancoazzurri che provano ad approfittare della superiorità numerica. E al 15’50” trovano il pareggio: Wilde serve Ramon che ci prova a botta sicura dalla distanza, ma è Santos a trovare il tocco decisivo in rete. Cmb Matera che sfrutta il bel momento e va vicino al vantaggio in due occasioni. Prima con Pulvirenti che servito da Cesaroni si deve dire di no da Dovara. Poi, da Ramon che sul corner del capitano ci prova da posizione quasi impossibile ma impegna il portiere siciliano. Da gol sbagliato, a gol subito. Al 17’50” la Meta Catania ritrova il vantaggio con Musumeci che serve Josiko che buca Weber. Biancoazzurri che non riescono a trovare la risposta e vanno negli spogliatoi sotto di una rete. Ripresa che vede il Catania partire forte. I rossoazzurri, in 30 secondi si trovano addirittura sul 4-1. Prima triplicano con Baisel che riesce ad insaccare dopo un erroraccio di Bizjak. Poi, con Musumeci che riesce a bruciare Weber.

Biancoazzurri colpiti ma che al 6’10” provano a riaprirla con un bel gol di Pulvirenti che porta i suoi a meno due. Meta Catania che sfiora il pokerissimo con Josiko che approfitta di un gran errore di Weber. Biancoazzurri che rispondono con Wilde: ancora Dovara respinge. Siciliani sempre pericolosi: è Josiko che ci prova ma a dire di no, questa volta è il palo. Al numero 20 però, va bene al 10’20” quando riesce a servire Silvestri per il 5-2. Meta Catania sulle ali dell’entusiasmo. Ci prova Musumeci per due volte ma non trova fortuna. Il Cmb Matera al 13’ ha l’occasione vera per riaprirla. I biancoazzurri si guadagnano un rigore per un fallo di Musumeci che viene anche ammonito. Dal dischetto, però, Wilde spara addosso a Dovara. Ripartenza Catania con Messina che firma il 6-2. Partita finita? Assolutamente no.

Il Cmb Matera prova a riaprirla con Wilde che trova una gran bella conclusione da fuori. Baldasso, però, poco dopo, sfrutta una dormita della difesa materana e firma nuovamente il più quattro. Sul 7-3 il Cmb Matera si affida nuovamente al portiere di movimento per provare il tutto per tutto. Tentativo che non riesce perché al 18’ è Josiko che firma l’ottava rete per i siciliani. I biancoazzurri si svegliano solamente nel finale, quando Wilde trova una doppietta per firmare il definitivo 8-5, rendendo meno pesante il passivo ma non cancellando l’opaca prestazione dei biancoazzurri.

       

IL TABELLINO

META CATANIA-CMB MATERA 8-5

RETI: al 10’00”pt Baldasso (MC), al 15’50”pt Santos (CM), al 17’50”pt Josiko (MC), al 5’00”st Baisel (MC), al 5’30”st Musumeci (MC), al 6’10”st Pulvirenti (CM), al 10’20”st SWilvestri (MC), al 13’15”st Messina (MC), al 13’33”st Wilde (CM), al 16’00”st Baldasso (MC), al 18’00”st Josiko (MC), al 18’30”st Wilde (CM), al 18’55”st Wilde (CM).

META CATANIA: Dovara, Sanz, Messina, Baldasso, C. Musumeci, Ricordi, Rossetti, Silvestri, L. Musumeci, Suton, Quintairos, Baisel, Tomarchio, Josiko, Rinaudo. Allenatore: Samperi.

CMB MATERA: Weber, Isi, Well, Wilde, Bizjak, Nucera, Galliani, Pulvirenti, Santos, Perrucci, Ramon, Arvonio, Cesaroni, Rocha. Allenatore: Nitti.

ARBITRI: Colombin di Bassano del Grappa e Zannola di Ostia Lido.

CRONOMETRO: Pagano di Catania.

NOTE: al 13’00” st Wilde (CM) sbaglia un calcio di rigore. Ammoniti: Rossetti, Tomarchio e C. Musumeci (MC) e Wilde, Galliani e Ramon (CM). Espulso al 15’00” pt Rossetti (MC) per doppia ammonizione.