Fc Matera - E sono quattro: la serie positiva continua, è la svolta stagionale? Ecco alcuni fattori che lo fanno pensare

Scritto da Roberto Chito  | 
L'esultanza dei biancoazzurri, FOTO: PAOLO CONSERVA

Con otto punti conquistati nelle ultime quattro partite, in casa Matera dopo la serie utile consecutiva cominciata con il pareggio contro il Casarano, la domanda è lecita: è davvero arrivata la svolta a questa stagione? Il cambio di passo significativo, arrivato anche contro avversari davvero importanti. Un Matera che sembrava in piena caduta libera ma che dall’arrivo di Salvatore Ciullo in panchina è riuscito a raddrizzare la situazione, tanto da essere fuori dalla zona play out. Ovviamente siamo solamente all’undicesima giornata e il cammino è davvero lungo. Il primo obiettivo da raggiungere, resta la salvezza.

E come dimostrano gli ultimi avvicendamenti in classifica, tutti rischiano di finire in zona play out nel giro di poche settimane. Il Matera, però, deve guardare in casa propria. Ovviamente, la doppia vittoria conquistata contro Brindisi e Nocerina, due pretendenti al salto di categoria, non può rimanere indifferenza. Magari i biancoazzurri hanno recuperato punti persi in contri diretti, come le sconfitte contro Bitonto e Francavilla, ad esempio. Le ultime due vittorie, però, hanno un prestigio davvero importante. Il Matera ha dimostrato di non temere nessun avversario e che questa squadra nonostante quanto dica la carta, può davvero dire la propria. La svolta è arrivata con l’arrivo di Ciullo in panchina. Lo dicono i numeri, non può essere altrimenti. Il lavoro del tecnico salentino, però, è stato agevolato da diversi fattori. Sicuramente la crescita fisica di una squadra che nelle prime giornate ha davvero arrancato sotto questo punto di vista.

Lo staff-tecnico del salentino, in un mese non si è potuto inventare una nuova preparazione. In più, molti giocatori cruciali hanno cominciato a carburare. A cominciare dal tandem Ferrara-Piccioni. Il primo ha acquisito sempre più minuti. Il secondo, invece, dopo il bruttissimo infortunio partita dopo partita è sempre più entrato in condizione. E adesso, con i recuperi in difesa di Figliomeni e Donida che è la terza settimana di lavoro che cominciano, si può davvero essere fiduciosi. Ovviamente, restano da recuperare pedine come Sgambati e De Vivo, perché là dietro la coperta è sempre corta. In più, gli under. Anche in precedenza i più giovani hanno dimostrato di avere qualità. Adesso, stanno migliorando ulteriormente.

Dunque, diversi fattori importanti che Salvatore Ciullo, oltre a mettere la sua mano, ha ulteriormente migliorato. Tant’è che il curriculum del tecnico salentino parla chiaro: in situazioni difficili ha sempre fatto la differenza. E magari, dato la svolta alla stagione dei biancoazzurri. Perché dopo il ko contro il Bitonto e le dimissioni di Finamore e la successiva sconfitta contro il Francavilla, in molti temevano una stagione da “horror”. E invece, con il peggior calendario possibile davanti e con il penultimo posto in classifica, il Matera ha davvero sterzato. E tutto lascia presagire ad una vera svolta stagionale.

Perché oltre i risultati importanti conquistati, anche dal punto di vista del gioco la squadra biancoazzurra ha dimostrato di avere una sua identità. I risultati danno morale e l’era-Ciullo non poteva cominciare nel migliore dei modi. Ma in un Girone H così imprevedibile come quello di quest’anno, l’importante è non mollare la presa. E magari, anche quando arriveranno alcuni risultati negativi, bisognerà restare sempre sul pezzo. Perché il primo obiettivo è mantenere questa Serie D. Il resto, poi, lo si vedrà solamente dopo.