Fc Matera - Chiuso il mercato: i colpi migliori sono i big blindati. Messe le "toppe" giuste, ma non è certo finita qui

Scritto da Roberto Chito  | 
L'esultanza dei biancoazzurri, FOTO: SANDRO VEGLIA

Il gong è scoccato. Il Matera termina senza colpi dell’ultimo minuto il mercato di Serie D. Questo, però, non significa che il club biancoazzurro non effettuerà operazioni nei prossimi giorni. Infatti, il mercato è terminato solamente all’interno della Lnd: dunque trasferimento tra squadre della stessa categoria o tre Serie D ed Eccellenza. Resta, ovviamente, aperto quello degli svincolati. E da gennaio, aprirà quello dei professionisti, dove potranno essere acquisti i cosiddetti under, o giocatori che si libereranno dai propri club professionistici. Dunque, nessun problema. E soprattutto, il Matera non aveva grandi priorità nell’effettuare operazioni.

La rosa a disposizione di Salvatore Ciullo ha dato ampie garanzie in questa seconda parte di stagione. Dunque, quella rivoluzione che tutti si immaginavano dopo il ko contro il Bitonto di inizio ottobre non ci sarà. Il Matera, in questo mercato dicembrino ha lavorato per poter sfoltire un organico formato da ben trenta pedine. Tante, forse troppe per poter trovare il giusto bandolo della matassa. Tant’è che molti giocatori hanno trovato pochissimo spazio. Altri, invece, non hanno convinto. Per questo, hanno fatto le valigie e sono andati via. Al contempo, il club biancoazzurro ha lavorato per poter coprire i cosiddetti “buchi” che si sono verificati con i vari infortuni. Soprattutto in difesa. Gli infortuni di Mereu, per lui stagione finita, e quelli a Sgambati e Figliomeni hanno dovuto chiamare il club nel portare nella Città dei Sassi il centrale Dubaz che in queste due partite ha dimostrato il proprio valore.

Il resto, invece, è stato fatto in attacco. È arrivato il giovanissimo Ancora, classe 2003, dalla Paganese. Una pedina acquistata per poter sopperire alle partenze di Di Stefano, Gjuci e Tiganj. Magari, proprio dagli svincolati arriverà un’altra pedina over per poter completare ulteriormente il pacchetto offensivo, affidando un’altra punta a Ciullo. Da considerare anche l’esplosione di Orefice che ha deciso il match di Fasano e si è fatto ben notare contro la Puteolana. Da capire, cosa accadrà a centrocampo. Con Vicente ormai al centro della difesa, bisogna capire quanto questa soluzione sarà temporanea. Magari, in quel pacchetto, il club biancoazzurro opterà per un altro under, in modo da far rifiatare all’occorrenza Zielski. Completato anche il pacchetto dei portieri. Con la partenza di Demalija, e l’arrivo di Suma, il Matera ha sicuramente messo la saracinesca.

Il miglior mercato, i biancoazzurri lo hanno fatto soprattutto trattenendo i pezzi pregiati. L’attaccante Piccioni è stato sondato da molti club. Soprattutto dal Sorrento che si è fatto avanti con insistenza e con un’offerta economica importante al giocatore. Alcuni sondaggi sono stati fatti anche su altri giocatori. Il Matera, però, ha deciso di trattenere tutti per continuare un campionato raddrizzato da una seconda parte di girone davvero eccezionale. E anche per questo, sul mercato servono interventi chirurgici, senza andare a rischiare di scombinare alcuni equilibri che si sono creati e che hanno permesso ai biancoazzurri di agguantare l’ottavo posto, a cinque punti dai play off.