MateraGrumentum - Si lavora al "nuovo Matera": Petraglia sempre attivo su diversi fronti

Scritto da Roberto Chito  | 
Il presidente Antonio Petraglia, FOTO: SANDRO VEGLIA

Sono giorni importanti in casa biancoazzurra. Giugno si avvicina e la programmazione della nuova stagione entra sempre più nel vivo. Il presidente Antonio Petraglia come primo passo per l’annata 2022-23 ha compiuto quello di lavorare alla cosiddetta piattaforma finanziaria in modo da poter convincere alcuni partner a sposare la causa biancoazzurra. Da qui nascerà il budget da poter spendere sul mercato per costruire il Matera che sarà.

Ovviamente bisogna anche capire chi resterà o meno della vecchia squadra che comunque ha dominato un campionato e sappiamo bene che vincere, in qualsiasi contesto, non è mai facile. Ripartire da una base importante è sicuramente il primo passo. Il resto, poi, lo farà il budget da poter spendere sul mercato. E proprio su questo il presidente Petraglia sta lavorando, cercando di trovare la soluzione migliore per il club in modo da garantire ad esso un futuro stabile e duraturo. Il silenzio di questo periodo, forse davvero estenuante, ha comunque il suo perché.

Al momento appare davvero difficile potersi sbilanciare su obiettivi o altro se prima non si ha il budget da poter investire. Per questo, i contatti con imprenditori e sponsor vanno avanti. Sicuramente, se qualcuno era intenzionato ad affiancare l’avvocato romano, questo si sarebbe già fatto avanti. Non è detta l’ultima fino a quando non sarà lo stesso Petraglia a fare chiarezza sul futuro del club. Giornate importanti, di calma ma solo apparente.

Perché la programmazione della nuova stagione è comunque partita. Il nuovo Matera che a breve dovrebbe avere la singola denominazione, è pronto a dire la sua ma sempre con un progetto di trasparenza e senza fare il passo più lungo della gamba. La speranza è che nel più breve tempo possibile tifosi e appassionati possano essere messi al corrente della situazione. L’attesa è tanta ma la speranza è che possa essere sempre meno.