Il logo dei biancoazzurri, FOTO: MATERASPORT24.IT
La Copertina

MateraGrumentum - Pensare ad oggi guardando a domani: ecco i bei messaggi sul futuro del club

Guardare avanti quando l’attenzione è concentrata sul presente. In casa biancoazzurra, la mossa sembra essere questa. L’intervista effettuata al presidente Antonio Petraglia da parte di MateraSport24.it, va proprio in questa direzione. Il massimo dirigente del club biancoazzurro ci ha fornito ottimi spunti per alcune riflessioni. Non a caso abbiamo suddiviso l’intervista in più parti, proprio perché gli aspetti erano differenti e meritavano una distinzione. Da sempre, abbiamo sempre chiesto lumi sul futuro del progetto societario. Perché le parole e le belle presentazioni vanno bene.

Queste, poi, devono essere accompagnate dai fatti. E fin qui, possiamo dire che quella società che nell’estate 2020 è sbarcata nella Città dei Sassi ha rispettato tutti i programmi. Il primo passo è quello di ritornare in Serie D, vincendo questo campionato e ridando a Matera una categoria nazionale dopo diversi anni, e soprattutto tanti bocconi amari. Ovviamente, bisogna guardare avanti. Perché l’approdo in quarta serie non può essere una comparsa ma deve essere quantomeno un territorio nel quale poter restare a lungo. Qualcuno, magari si aspetta che nel breve tempo si possa puntare nuovamente alla Serie C. Forse, meglio non andare oltre con le aspettative. I programmi saranno fatti non appena ci saranno novità dal punto di vista societario. Nelle ultime ore, il presidente Petraglia si è sbilanciato parlando di importanti contatti in corso con alcune entità imprenditoriali. Ovviamente, in questa fase iniziale meglio lasciare ai diretti interessati le trattative. Queste, infatti, si fanno nelle segrete stanze, senza dare la possibilità a questo o quell’altro di farsi pubblicità, magari sedurre e abbandonare un progetto.

Matera, da questo ha molto imparato. Nessuno vuole rivivere i tira e molla dell’estate 2019. Se qualcuno si avvicinerà al progetto biancoazzurro, sarà un soggetto affidabile e con i crismi giusti per entrare a far parte di una società che ha sempre fatto della trasparenza e del rispetto uno dei suoi capisaldi. A tutto questo, però, c’è una certezza: la famiglia Petraglia c’è, e ci sarà. L’avvocato romano che è il finanziatore del progetto, quest’anno non si è certo risparmiato a costruire prima e a rinforzare poi una squadra che ha un monte-ingaggi sicuramente da Serie D. Ovviamente per disputare una quarta serie da media-alta classifica occorre che qualcuno si avvicini. Non c’è però il rischio che se a guidare il progetto resti la famiglia Petraglia, insieme ai partner attuali, qualcosa possa vacillare.

In Val d’Agri, con risorse finanziare sicuramente minori, Petraglia ha dimostrato tanto. La retrocessione è arrivata a tavolino con una squadra in piena corsa per la salvezza e con ancora diverse partite da disputare. Dunque, il progetto va avanti. I programmi stanno rispettando le attese. Il MateraGrumentum è primo in classifica con uno score invidiabile e si avvia al girone di ritorno per completare l’opera. Poi c’è anche il discorso dello stadio. Qui si tratta di un tema molto delicato del quale si discute almeno da una decina d’anni. Meglio pensare al presente e al rivedere la Città dei Sassi in un campionato nazionale dopo diversi anni.

Hockey Pattinaggio Matera - Depalma a MS24.it: "Paghiamo gli errori di sempre. Ma ci sono anche alcune note positive"
Cmb Matera - Mohammed: "C'è tutto per vincere, già da quest'anno. Italia? Grande torneo, felice di farne parte"
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate