L'esultanza dei biancoazzurri, FOTO: SANDRO VEGLIA
La Copertina

MateraGrumentum - Bene così, ma non era tutto facile. Primi segnali arrivati: miglior inizio non poteva esserci

Alla fine è sembrata una passeggiata. È sembrata, infatti. Perché non lo è stato affatto. Non è facile al primo minuto della partita d’esordio in un campionato in cui hai tutti i riflettori addosso e devi riconquistare la fiducia di una città ferita da vecchi avvenimenti, partire con un gol subito. Nemmeno sessanta secondi, e tutto sembra farsi difficile. perché poi, quando avversari meno quotati la sbloccano riescono a galvanizzarsi, a chiudersi, a mettersi su temi diversi. A Brienza poteva succedere tutto questo.

E sicuramente, la squadra di casa ha fatto di tutto per cercare di mettere i bastoni fra le ruote ai biancoazzurri. Come giusto che sia. Perché nessuno pensa di trovare tappeti rossi sui campi avversari, o che a Matera nessuno verrà per giocarsela. Chi pensa che il campionato di Eccellenza sia già vinto, sbaglia. Perché non sarà facile. E l’inizio partita di ieri è stato un messaggio. Certo un gol del genere è facile prenderlo quando sbagli una marcatura e lasci spazio. Episodi che possono succedere. Poi, però, bisogna essere bravi a resettare. E il MateraGrumentum lo ha fatto. Una squadra che ha ragionato con la testa e pian piano è riuscita a prendersi i suoi spazi in campo.

Magari, l’episodio del rigore e il vantaggio, nel giro di un minuto hanno agevolato la rimonta. Di lì, è stato tutto più facile. Una squadra che ha dimostrato che da qualsiasi situazione di svantaggio può recuperare. Ovviamente, bisogna sempre fare attenzione. Perché, ci saranno anche avversari costruiti per obiettivi ben più importanti come Melfi, Montescaglioso e Vultur. E le prime due, i ragazzi di Finamore le incontreranno nelle prossime due partite. Da Brienza, però, il MateraGrumentum torna con delle risposte importanti. Un attacco stratosferico e un centrocampo davvero in palla.

Si temeva per l’assenza di Cordisco ma Latorre prima e Hysaj dopo, hanno saputo ben timbrare il proprio cartellino. E siamo solo alla prima giornata di campionato, alla terza partita ufficiale, la quinta in totale se consideriamo le sole due amichevoli disputate. Arrivano già importanti risposte. Ma se il tecnico Antonio Finamore dice che siamo ancora lontano dal vedere la squadra che vuole, allora i margini di miglioramento di questa squadra possono essere davvero tantissimi.

Match Point Matera - Ancora rimpianti per le biancoazzurre: Ancora ko, tris della Fesca Bari nell'esordio casalingo. La cronaca
MateraGrumentum - Il club chiama il popolo biancoazzurro. Parte la campagna abbonamenti, decisi i prezzi dei biglietti. I dettagli
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate