Lo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, FOTO: MATERASPORT24.IT
Il Tema

Problema Stadio - Società responsabili, trovano la quadra. Comune, sempre colpa della burocrazia?

In una città nella quale le strutture sportive sono davvero poche e le società si sono fortunatamente moltiplicate nel corso degli anni, ecco che capita che ci sono due partite, alla stessa ora, nello stesso posto. Difficile che questo possa accadere. Certo, non facile farlo capire ad alcune amministrazioni comunali che da tempo danno continuamente colpa alla burocrazia. Ma veniamo al punto. Domenica, allo stadio XXI Settembre-Franco Salerno, si sarebbero dovute giocare due partite.

In programma c’era Match Point Matra-Trani di calcio femminile e MateraGrumentum-Melfi, big match di Eccellenza. La prima si sarebbe dovuta giocare alle ore 14:30, la seconda solo un’ora dopo. Ovviamente, questo era impossibile. E così, nella giornata di oggi è stata finalmente trovata la quadra. Attraverso un incontro in Comune, è stata trovata la soluzione. Infatti, il Città dei Sassi che gestisce il Match Point Matera, formazione che disputa l’importante campionato di Serie C femminile ha deciso di anticipare la propria partita alla mattina, alle ore 11:00, come capitato domenica scorsa. Un gesto davvero da applausi da parte della società materana che in questo modo non h creato problemi al MateraGrumentum in vista del big match contro il Melfi.

Il problema, però, non sono le società. Ma le strutture. Il solo stadio XXI Settembre-Franco Salerno non basta più. Sono anni che si aspetta il via libera del campo Paip. Struttura pronta, ferma con le quattro frecce in attesa che la burocrazia rimetta in moto la macchina. Storie raccontante dalla vecchia amministrazione e ripetute dalla nuova. Di certo, Matera non può aspettare. Perché lo sport, come in questo caso il calcio, deve ritornare a risplendere in Città. E per farlo, servono anche le strutture.

Troppo facile presenziare a conferenze stampa ed uscirsene con le solite frasi fatte. Qui, servono risposte serie. E menomale che ci sono le società a trovare una soluzione, nell’assoluta lealtà e nella collaborazione reciproca. Perché a risplendere deve essere Matera e il calcio femminile, così come quello maschile, ha lo stesso valore. Che magari dalle parti di Palazzo di Città lo capiscano una volta per tutte.

MateraGrumentum - Under girevoli in casa biancoazzurra: uno in entrata, uno in uscita. Si cerca l'ultimo innesto?
Olimpia Matera - Ufficiale: Ricorso bocciato e anche la Serie D persa. Una beffa clamorosa per club e tifosi
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate