Tensione altissima Verstappen-Sainz: ostacolo insormontabile

Alta tensione, da Max Verstappen a Carlos Sainz: lo scenario per l’anno prossimo, ecco tutti i dettagli

Max Verstappen e Carlos Sainz, tensione altissima tra i due piloti: uno scenario pazzesco che, dalla Spagna, non fa altro che alimentare le voci sul futuro del pilota in uscita dalla Ferrari.

Ostacolo insuperabile: alta tensione tra Verstappen e Sainz
Sainz e Verstappen, che tensione: ostacolo invalicabile – Materasport24.it

Ora come ora il rendimento della Red Bull, in particolare del tre volte campione del mondo ha mostrato delle crepe, delle incertezze nelle quali si sono insidiate prima la McLaren e poi la Ferrari. Verstappen sta facendo il possibile per tenere a galla la sua vettura, in enorme difficoltà nei GP di Miami e Monaco: ad Imola solo l’immenso talento dell’olandese ha regalato il successo alla Red Bull.

Decisamente diversa la situazione che riguarda Carlos Sainz, che da inizio stagione è tra i piloti più in forma ed uno dei pochissimi – insieme all’amico Norris e al compagno di squadra Leclerc – in grado di interrompere il dominio di Max, vincendo a Melbourne in Australia. Ad ogni modo, sotto la lente d’ingrandimento rimangono i tanti dubbi sul futuro del 29enne di Madrid.

Carlos Sainz a fine stagione lascerà la Ferrari che ha deciso, lo scorso febbraio, di puntare forte su Lewis Hamilton. Una decisione che ha spiazzato il figlio d’arte, speranzoso di passare ancora qualche anno nella Scuderia di Maranello. Non sarà così.

I rumors che si susseguono sulla scelta della sua prossima vettura non fanno altro che moltiplicarsi e smentirsi, giorno dopo giorno. In tal senso, ha inciso pesantemente l’altissima tensione tra Carlos e Max.

Sainz, niente Red Bull: è ‘colpa’ di Verstappen

Nei giorni scorsi la Scuderia di Milton Keynes attraverso un comunicato ha ufficializzato il rinnovo di Sergio Perez. Checo, in scadenza a fine 2024, rimarrà in Red Bull fino a fine 2026.

Ostacolo insormontabile: tensione Verstappen-Sainz
Sainz-Verstappen, alta tensione tra i due (Ansa) – Materasport24.it

Una decisione inevitabile visto che il profilo di Sainz, tra i più ‘caldi’ per la seconda vettura del team austriaco, è stato scartato anche a causa del rapporto difficile tra il pilota iberico e Max Verstappen. ‘Elgolddigital.com’ riporta infatti di come sia stato sin da subito un ostacolo insormontabile quello rappresentato dalle ruggini accumulate da Sainz e Verstappen, spalla a spalla in Toro Rosso qualche anno fa.

Sarebbe stata una convivenza decisamente difficile nel box quella tra l’olandese e l’attuale pilota della Ferrari: da qui l’idea di continuare a puntare su Perez, nella speranza che il messicano accantoni le ultime agghiaccianti prestazioni e torni ad essere la spalla ideale per Max. Tra le altre cose, Perez ha aiutato non poco Red Bull nella commercializzazione nel mercato latinoamericano.

Ad inizio maggio Nick Stocker – direttore commerciale del team austriaco – ha infatti rivelato in un’intervista l’importanza di Checo e di sfruttare la sua immagine in quel tipo di mercato dove Red Bull, grazie a Perez, ha adesso tantissimi fan.

Impostazioni privacy