Dalla padella alla brace, l’annuncio gela tutti i tifosi di Sinner

La situazione del tennista italiano Jannik Sinner non è di quelle semplici. L’infortunio complica e non poco le cose. 

Dopo un inizio stagione a dir poco fantastico Jannik Sinner deve fare i conti con i primi problemi stagionali. E non sono cose da nulla. Dopo Monte-Carlo l’azzurro ha avuto dei problemi fisici all’anca, Sinner ha provato a giocare a Madrid ma ha probabilmente peggiorato le cose e ora il tennista altoatesino è stato costretto a rinunciare agli Internazionali d’Italia a Roma.

Sinner, Ljubicic indica la via del recupero
attesa per sapere del rientro di Jannik Sinner (Ansa Foto) Materasport24

Una batosta non da poco per Sinner e tutto il tennis italiano, l’azzurro deve rinviare a tempo indeterminato la rincorsa al primo posto nel ranking e Djokovic può anche allungare a Roma. La priorità ora resta recuperare dall’infortunio ed essere al meglio per il Roland Garros e per la stagione sull’erba, con Jannik che è uno degli uomini più attesi tra Parigi, Wimbledon e le prossime Olimpiadi che si terranno sempre in Francia.

L’ex tennista Ivan Ljubicic, in passato anche coach di Roger Federer, ha analizzato a Sky Sport la situazione del tennista italiano ed ha chiarito il motivo per cui – dire addio ufficialmente agli Internazionali di Roma – è stata purtroppo la scelta giusta da fare. E non è una cosa facile in questo momento, il tennis sta facendo i conti con diverse problematiche, a partire dagli infortuni non solo di Sinner, ma anche di Alcaraz e Medvedev.

Jannik Sinner, la sentenza di Ljubicic è chiara

Parlando di Sinner Ljubicic ha chiarito: “Il cambio di superficie da cemento a terra, per tennisti con infortuni come quelli di Alcaraz e Sinner, possono essere piuttosto problematici. I giocatori si muovono sempre di più e colpiscono sempre più forte, a un certo punto è il colpo a dire basta!“. Analizzando il forfait a Roma Ljubicic spiega anche l’entità del problema di Sinner e svela:

paura per infortunio Sinner
ansia Sinner, parla cosi l’ex campione (Ansa Foto) Materasport24

“Il problema di Jannik non è grave, ma è importante e non da sottovalutare. C’è il Roland Garros e ci sono vari impegni alle porte, meglio non rischiare”. D’altronde Sinner non è l’unico a fare i conti con questa problematica, a Madrid ci sono stati diversi forfait e il calendario è troppo folto.

Nel circuito diversi tennisti stanno lamentando questa situazione e anche i big non sembrano gradire. Si gioca ogni settimana, sempre tornei di rilievo e non è semplice. Intanto tutti aspettano l’evoluzione dell’infortunio di Jannik Sinner, nella speranza che non sia nulla di grave e che l’azzurro possa essere al 100 % al Roland Garros.

Impostazioni privacy