Uk, dilaga il fenomeno di adolescenti ricattati con foto intime: cosa sta accadendo

Uk, dilaga il fenomeno di adolescenti che hanno subìto ricatti con foto intime. Ecco quanti sono e cosa sta succedendo. 

Quando si hanno figli adolescenti, è importante creare con loro un rapporto di fiducia, di ascolto, di comprensione.

Uk, dilagano ricatti con foto intime ad adolescenti
Uk, dilagano ricatti ad adolescenti: cosa accade-materasport24.it

Questo perché, soprattutto quando sono online, possono incappare in situazioni molto gravi che possono metterli in guai seri o spingerli a compiere azioni pericolose, anche gesti estremi. Il web è sicuramente un luogo in cui ottenere informazioni, poter acquistare cose, ed è utile in moltissimi altri ambiti della nostra vita.

L’altro volto del web, tuttavia, può essere un rischio e avere un sapore tutt’altro che dolce, ma molto amaro. È quel lato pericoloso in cui possono occorrere, truffe, ricatti, hackeraggi, cyberbullismo e molto altro ancora.

Attenzione dunque a cosa guardano i vostri figli, è importante stare in campana per capire con chi parlano, metterli in guardia dei rischi che si corrono, soprattutto con gli sconosciuti. L’Agenzia anticrimine inglese ha lanciato un’allerta in merito ai ricatti di adolescenti, minacciati con foto intime. Ecco quali sarebbero i dati in merito a queste minacce.

Uk, aumenta il terribile fenomeno detto “sextortion”: in cosa consiste

L’agenzia anticrimine britannica ha lanciato un’allerta rivolta a moltissimi professionisti dell’istruzione, per avvertire del significativo aumento di adolescenti ricattati, con foto intime.

Ragazzi ricattati in UK con foto intime: i dati
Ragazzi ricattati in UK con foto intime: i numeri che preoccupano-materasport24.it

In Inghilterra lo chiamano “sextortion”, ed è un fenomeno che consiste nel costringere «le persone a pagare (…) dopo che un trasgressore ha minacciato di pubblicare foto di nudo o seminudo di loro». Il peggio è che può accadere che si tratti di «una foto reale scattata dalla vittima o di un’immagine falsa creata dall’aggressore».

Da quanto si apprende, questo terribile ricatto interessa soprattutto adolescenti tra 14 e 18 anni. Il 91% di coloro che subiscono queste minacce, sono ragazzi. Questi ricatti possono essere creati da gruppi di criminalità organizzata che operano all’estero. Come riporta il Times, un ragazzo di 16 anni, si è suicidato per aver subìto un ricatto di questo tipo, in Scozia, 4 mesi fa.

Prima di uccidersi, il 16enne avrebbe conversato con una persone che fingeva di essere una giovane donna. In seguito, il ragazzo è stato minacciato di diffondere le sue foto intime a tutti i suoi contatti, via sms. Il giovane, disperato, si è ucciso nella sua stanza, dopo essere stato a guardare la tv con i suoi genitori.

Il consiglio dell’Agenzia si rivolge agli insegnanti, e spiega come capire quali potrebbero essere i ragazzi sotto ricatto, supportarli, farli parlare. Il consiglio, per tutti, è invece quello di non cedere ai ricatti e bloccare.

Impostazioni privacy