Juventus, è esplosa la bomba: svelato il clamoroso retroscena

Caos totale in casa Juventus: Allegri protagonista in negativo, il racconto del post finale di Coppa Italia è folle 

Doveva essere l’occasione perfetta per salutarsi: la Juventus che vince un trofeo dopo tre anni difficili. La fine non perfetta ma un po’ meno amara di un ciclo che i tifosi vogliono dimenticare molto presto. Invece la seconda esperienza di Allegri con i bianconeri si chiude con una brutta macchia per quanto accaduto nei minuti finali della partita contro l’Atalanta e in sala stampa.

Juventus, esplode la bomba: clamoroso retroscena
Massimiliano Allegri (ANSA) – Materasport.it

Allegri è stato espulso poco prima del fischio finale per la folle reazione contro il quarto uomo. Lo show è sempre lo stesso: via la giacca, camicia fuori dai pantaloni e cravatta quasi stracciata. Scena vista e rivista, anche quest’anno (a San Siro contro il Milan). In più stavolta ha aggiunto una nuova sequenza: guardare verso la tribuna e, a favor di microfono e telecamere, urlare “Dov’è Rocchi?“. Ma questo è solo l’inizio: dopo aver scacciato via Giuntoli dai festeggiamenti, ha portato la sua tensione anche in sala stampa. E qui è successo quello che non doveva proprio succedere.

Il racconto di Guido Vaciago, direttore di Tuttosport, è da brividi.

L’Allegri furioso: il racconto shock

Stando alla sua ricostruzione dei fatti, raccontata sul giornale, Allegri lo avrebbe prima insultato (“Direttore di merda! Sì, tu direttore di merda. Scrivi la verità sul tuo giornale, non quello che ti dice la società!”) e poi addirittura minacciato (“Guarda che so dove venire a prenderti. So dove aspettarti. Vengo e ti strappo tutte e due le orecchie). 

Juventus, esplode la bomba: clamoroso retroscena
Massimiliano Allegri (ANSA) – Materasport.it

Ricostruzione negata da Allegri, come riportato in una lettera del suo legale (“Si è trattato semplicemente di un acceso alterco verbale col direttore, dovuto alla concitazione del momento, nel corso del quale entrambi loro si sono vicendevolmente insultati ad alta voce”).

Intanto, per quanto riguarda ciò che è accaduto in campo, Allegri è stato squalificato dal Giudice Sportivo per due giornate più una multa di 5mila euro. Per quanto successo fuori, invece, la Procura della Federcalcio ha aperto un procedimento: stando a quanto riportato dai Rai News, sono previste audizioni dei due soggetti e dei presenti all’episodio per provare a ricostruire i fatti.

Ma non è finita qui, perché nella serata di ieri è arrivata la mazzata definitiva direttamente dalla Juventus. La società bianconera ha annunciato l’esonero del tecnico con effetto immediato: al suo posto Montero, allenatore della Primavera. Del resto, per una società come la Juve, che fa dello stile e dell’aplomb un mantra, da un punto di vista d’immagine si è superato un limite.

Thiago Motta è il futuro della Juve

Allegri nel post finale di Coppa Italia ha evidentemente sfogato una rabbia che portava dentro da un po’. A causarla, oltre forse ad una narrazione giornalistica un po’ diversa rispetto a quella a cui era ed è abituato (con tanti addetti ai lavori che in tre anni hanno detto e scritto tanto in merito al suo non stile di gioco), anche la trattativa avanzata ormai da mesi con Thiago Motta, scelto da Giuntoli per aprire un nuovo ciclo in casa bianconera.

L’allenatore del miracolo Bologna, qualificato clamorosamente in Champions League, guiderà con tutta probabilità la Juve il prossimo anno. L’accordo è totale (e non da oggi): 3,5 milioni per due anni. Ultimi dettagli da sistemare e poi si arriverà alla tanto attesa firma.

Impostazioni privacy