Mazzata Ferrari, ora ci vuole un miracolo: il dato distrugge Leclerc

Il Gran Premio di Imola si è rivelato una delusione per la Ferrari e i suoi tifosi. E Charles Leclerc appare quanto mai preoccupato

Scatta l’allarme in casa Ferrari. Il pacchetto di aggiornamenti che avrebbe dovuto garantire un salto di qualità alla SF-24 sul circuito di Imola non ha dato i frutti sperati. Anzi, se prima del Gran Premio di Miami il Cavallino Rampante era per distacco la seconda forza del mondiale di Formula 1 alle spalle della Red Bull, ora a Maranello devono guardarsi dalla crescita prepotente della McLaren.

Leclerc ci vuole un miracolo
Il pilota della Ferrari Charles Leclerc (Web365) – Materasport24.it

Il GP dell’Emilia-Romagna ha sì visto Max Verstappen centrare l’ennesima vittoria della sua carriera, ma stavolta ha dovuto fare i conti con uno scatenato Lando Norris che solo per una manciata di centesimi ha tagliato il traguardo al secondo posto.

Charles Leclerc ha centrato un terzo posto che non soddisfa le attese e le aspettative del mondo Ferrari. Il pilota monegasco non è di fatto mai stato in corsa per la vittoria a differenza di Norris e quello che preoccupa sono le difficoltà accusate dalle Rosse che sul passo gara si sono rivelate molto più lente del previsto. Un evidente deficit di competitività che lo stesso Leclerc ha sottolineato in conferenza stampa.

Viceversa la scuderia di Woking sembra voler fare molto sul serio. Non sono ancora tornati i tempi d’oro della McLaren dominatrice del Circus mondiale: l’epoca leggendaria di Ayrton senna e Alain Prost forse non tornerà più, ma il team anglosassone pare molto vicino, soprattutto grazie a Lando Norris, a un ritorno ai vertici come non si vedeva da parecchi anni.

Ferrari, che batosta: Leclerc vede avvicinarsi un nuovo antagonista. I numeri parlano chiaro

Nelle ultime due gare il talentuoso pilota britannico ha accorciato sensibilmente le distanze dai primi posti della classifica mondiale, piazzandosi per il momento in quarta posizione a sessanta punti dall’inarrivabile Verstappen ma ad una manciata di punti da Leclerc, ora secondo, e da Sergio Perez.

Norris si avvicina a Leclerc
Norris è sempre più vicino a Verstappen (LaPresse) – Materasport24.it

Sono soltanto dodici le lunghezze che separano Norris dal pilota della Ferrari e la sensazione, e il timore dei tifosi della Rossa, è che quella del talento inglese stia per diventare una scalata quasi inarrestabile. A Imola la McLaren ha dimostrato di poter competere quasi alla pari con la Red Bull, dando una prova di forza che la Ferrari finora non è mai riuscita ad offrire. Le prossime gare ci diranno la verità.

Impostazioni privacy