Neanche il tempo di dire addio: Allegri torna subito in panchina

Allegri dimentica subito la Juventus: l’allenatore è pronto a tornare in panchina, nuova avventura in vista

La fine del rapporto fra la Juventus e Massimiliano Allegri era soltanto una questione di tempo. La sua sceneggiata dopo la finale di Coppa Italia non ha fatto altro che anticipare quello che sarebbe comunque accaduto al termine del campionato. Il tecnico livornese per adesso è stato esonerato ma c’è ancora in ballo la questione contratto, che ha scadenza nel 2025.

Allegri torna subito in panchina
Massimiliano Allegri (ANSA) – MateraSport24.it

La società sta riflettendo con gli avvocati sulla possibilità di un licenziamento per giusta causa per il comportamento di Allegri nella pancia dell’Olimpico dopo la finale di Coppa Italia contro l’Atalanta. Uno show insopportabile per un club che fa della signorilità uno stile da sempre. Non è ancora chiaro però se ci sono gli estremi per una causa di lavoro.

In alternativa, come accaduto già dopo il primo esonero nel 2019, potrebbe prendersi un anno sabbatico con stipendio garantita. Stando alle ultime indiscrezioni, però, per lui potrebbe subito presentarsi una nuova possibilità di tornare in panchina.

Allegri dimentica subito la Juve: nuova avventura

Allegri si è preso del tempo per capire gli sviluppi delle prossime settimane di alcuni club. Per esempio il Bayern Monaco non ha ancora scelto l’erede di Tuchel: dopo aver ricevuto svariati no (Rangnick, Nagelsmann e lo stesso Tuchel), la società ha smentito la candidatura di De Zerbi (che si è appena liberato da Brighton). Ecco quindi che Max può ancora sperare in una chiamata, anche se la società tedesca sembra preferire un profilo diverso.

Allegri torna subito in panchina
Massimiliano Allegri (ANSA) – MateraSport24.it

Le piste più calde, e quindi le più concrete rispetto al Bayern, sono due: il Napoli, con De Laurentiis che cerca un profilo di spessore dopo una stagione terribile da Campione d’Italia in carica, e la Saudi League. Allegri aveva ricevuto offerte dall’Arabia importanti anche lo scorso anno (si parla di un contratto da 30 milioni rifiutato): se dall’Europa non dovessero arrivare opportunità, il livornese potrebbe quindi riallacciare i contatti con uno dei club di quel campionato.

Difficile, invece, che possa realizzarsi un matrimonio con il Milan. I costi di Max, che percepisce dalla Juve uno stipendio da 7 milioni a stagione, non sono in linea con il progetto RedBird. L’ultima romanticissima ipotesi è il Monza, così da ricomporre la coppia con Adriano Galliani. Fra i due c’è un rapporto stupendo, di grande amicizia. E in base a questo si potrebbe arrivare ad un accordo favorevole per entrambi. A meno di colpi di scena, i brianzoli saluteranno Raffaele Palladino, pronto ad una nuova avventura dopo due anni positivi.

Impostazioni privacy