Schumacher: incendio ai box, l’immagine fa il giro del web

Michael Schumacher, ricordo da brividi per i suoi tifosi: incendio ai box, l’immagine è già diventata virale sul web

La sua carriera è sotto gli occhi di tutti, come i suoi trionfi. Ma Michael Schumacher, che in pista è stato spesso e volentieri un alieno, ha dimostrato tutto la sua umanità, tutte le sue fragilità.

Incendio ai box: Schumacher da brividi
Che incendio ai box: brivido Schumacher (LaPresse) – Materasport24.it

Dallo scontro con Villeneuve a Jerez nel 1997 che vide il tedesco soccombere e venire pure squalificato per una manovra decisamente antisportiva (il mondiale andò proprio al canadese) all’incidente dell’anno successivo, a Spa, dove invece fu vittima della scellerata manovra di Coulthard che scatenò l’ira del ‘Kaiser’ che si fiondò nei box della McLaren dopo il ritiro.

Schumacher è stato questo, un pilota esaltante nel bene e nel male: e la sua lunga avventura nella Formula 1 ha regalato emozioni spesso e volentieri complicate da descrivere, soprattutto per i tifosi della Ferrari.

A Maranello Michael rimane un vero e proprio monumento, una leggenda insuperabile. Ma c’è un avvenimento che nei giorni scorsi ha vissuto il suo ventunesimo ‘compleanno’ che ha spiazzato tutti: quell’incendio nessuno se lo aspettava.

Schumi al cardiopalma: indimenticabile incendio

Le sue imprese sono rimaste impresse nel cuore di milioni di tifosi. Ma ce n’è una mancata, solo sfiorata, in un GP dalle mille e continue emozioni che vide protagonista Michael Schumacher.

Siamo in Austria, è il 18 maggio del 2003 e Michael quell’anno vincerà il suo sesto titolo mondiale: il suo quarto in Ferrari. Ma in quella particolare occasione la fortuna non sorrise al ‘Kaiser’: tutt’altro. A Spielberg Michael dovette fare i conti con diversi ostacoli da superare prima di giungere primo al traguardo.

Schumacher firma il miglior tempo e parte dalla pole davanti a Raikkonen e Montoya: in gara, però, tutto si complica. Il ferrarista deve fare i conti con due partenze interrotte, un acquazzone e soprattutto un vero e proprio incendio divampato dalla sua vettura durante uno stop ai box.

Le immagini, oggi come allora, parlano chiaro. Ma nonostante ciò il tedesco fu in grado non solo di portare a termine la gara ma anche di trionfare. Sono passati 21 anni, dietro di lui Raikkonen e il compagno di squadra di Barrichello.

Gli anni d’oro di Schumi, della Ferrari, forse della Formula 1 moderna. Un ricordo pazzesco risvegliato dal web in occasione del suo ventunesimo anniversario. Un ricordo indimenticato ed indimenticabile che, volendo, evidenzia ancor di più la grandezza di Michael alla guida.

Impostazioni privacy