Giuntoli senza pietà: addio o rescissione immediata

Il direttore sportivo della Juventus non ha pietà: operazione clamorosa, addio o rescissione immediata per il big

La stagione si è ufficialmente conclusa ed in casa Juventus è tempo di tracciare un bilancio di quanto accaduto da qualche mese a questa parte. La certezza, per il momento, è solo una: il cambio alla guida tecnica.

Giuntoli irremovibile: rescissione immediata
Addio Juve con la rescissione: sorpresa Giuntoli – Materasport24.it

L’esonero di Massimiliano Allegri si è concretizzato già da un pò e da Torino non vedono l’ora di poter ammirare al lavoro Thiago Motta, tecnico giovane e di talento che a Bologna ha costruito un vero e proprio capolavoro. Coi felsinei addirittura in Champions League, ora l’ex PSG è chiamato al grande salto della sua carriera riportando la Juventus al vertice del calcio italiano ed europeo.

Nella stagione che vedrà il ritorno dei bianconeri in Europa, però, il grande protagonista rischia di essere soprattutto Cristiano Giuntoli. Perché il direttore sportivo del club piemontese ha già in mente diverse operazioni, tra entrate ed uscite, con cui mirerà a rivoluzionare la rosa della Juventus.

Gli addii non mancheranno. Adrien Rabiot difficilmente rinnoverà il contratto in scadenza tra un mese, così come Federico Chiesa che rischia di liberarsi a zero tra un anno: una possibilità che il ds non vuole minimamente prendere in considerazione.

Ma c’è un’altra spinosa situazione che andrà affrontata il prima possibile, per la quale Giuntoli è pronto ad usare le maniere forti. Un grande colpo è in arrivo e così il big è chiamato, forzatamente, ad andare via nonostante ancora un anno di contratto con i bianconeri.

Come si vocifera ormai da diverse settimane la Juventus ha ormai virtualmente messo le mani su Michele Di Gregorio, talentuoso portiere del Monza ed ex Inter che viene considerato il perfetto numero uno da consegnare a Thiago Motta.

Juve, Szczesny ‘costretto’ all’addio

A questo punto, però, cosa ne sarà di Wojciech Szczesny? Il polacco ha da poco compiuto 34 anni e da Torino il suo talento tra i pali mai verrà messo in discussione. Ma sono state prese decisioni diverse, per certi versi drastiche, nelle quali l’ex romanista non rientra in primo piano. E così il suo addio alla Juventus è solo questione di tempo: almeno, questo è quello che spera Giuntoli.

Giuntoli irremovibile: rescissione immediata
Addio Juve: Giuntoli senza pietà (LaPresse) – Materasport24.it

Il direttore sportivo non prende più in considerazione, dunque, l’ipotesi rinnovo per Szczesny: pare addirittura che Giuntoli possa aprire alla rescissione, lasciandolo partire a zero pur di risparmiare l’ingaggio da 6,5 milioni di euro che la Juve dovrebbe garantire al portiere fino a giugno 2025.

L’idea è chiara, la Juve vuole ripartire dalla coppia Di Gregorio-Perin. E per Szczesny non c’è proprio più margine per continuare la sua carriera a Torino.

Impostazioni privacy