Il presidente Antonio Petraglia, FOTO: SANDRO VEGLIA
L'Intervista

MateraGrumentum - Petraglia a MS24.it: "Usciti da un inizio match non buono. Tifosi? Bel segnale"

"Dobbiamo ricordarci sempre che di fronte abbiamo degli avversari. Il Latronico, nonostante sia ultimo in classifica, ha dimostrato di avere delle buone individualità. Noi ogni partita la dobbiamo sempre giocare con la massima concentrazione". È l’analisi del presidente Antonio Petraglia che a MateraSport24.it, nel post partita del pokerissimo rifilato al Latronico analizza il momento che sta attraversando la sua squadra.

"La figura dell’allenatore è importante, parlo di presenza fisica. La logica del pilota automatico non esiste. Non è vero che le squadre applicano un modulo e giocano da sole. In realtà, le squadre giocano sulla base di certi imput che ricevono e del lavoro che si svolge durante la settimana. Poi Lionetti è praticamente da tutta la vita al fianco di Finamore, dunque si tratta di una spalla importante. Se qualcuno si aspettava delle rivoluzioni da parte sua poteva rimanere disincantato. Lui segue le indicazioni del mister che ha sempre dato da fuori in questi giorni. Finamore? Già da questa settimana tornerà a dirigere gli allenamenti della squadra. Anzi, poteva esserci già ieri", continua il massimo dirigente del club biancoazzurro.

Partita che non è cominciata proprio per il verso giusto per i biancoazzurri, soprattutto nella prima parte del primo tempo non sono sembrati in palla. Tesi che condivide anche Petraglia: "Ho avuto un po’ di paura. Per circa 20-25 minuti la squadra non mi è piaciuta. Siamo sembrati legnosi, mi sono interrogato anche sulla tenuta atletica dei nostri ragazzi. Ho visto qualche piccolo errore in difesa. Abbiamo avuto qualche problema, poi, però la squadra è uscita davvero bene. Alla fine è stata una partita in controllo, senza nessuna problematica particolare.

Biancoazzurri che restano sempre a più otto sul secondo posto, ma con una partita in meno. E Petraglia è chiaro: "Il fatto che in classifica resti tutto invariato significa che le nostre dirette concorrenti non demordono. Noi non dobbiamo abbassare la guardia. Ogni partita è importante e ce le dobbiamo giocare tutte con la massima concentrazione e determinazione.

Ancora un buon messaggio dal pubblico: "È stato un altro bel segnale. Ancora una volta la Gradinata era gremita, c’erano ragazzi molto giovani. Queste sono le vittorie più belle, al di là dei risultati sul campo. Significa che i sentimenti di questa città si stanno riaccendendo. E noi di questo ne siamo orgogliosi", conclude Petraglia.

MateraGrumentum - Avvio sottotono? No, solo la sensazione di dare sempre tutto per scontato
Match Point Matera - Lanzolla: "Momento sempre complesso ma ottimo punto. Fiduciosi per il futuro"
Roberto Chito
Giornalista pubblicista dal 2016. Direttore responsabile di MateraSport24.it, sito d'informazione sullo sport materano con notizie in tempo reale e sempre aggiornate