Fc Matera - Obiettivi chiari per il ritorno in Serie D. Adesso serve una forte accelerata sul mercato in vista del ritiro

Scritto da Roberto Chito  | 
La squadra biancoazzurra, FOTO: SANDRO VEGLIA

Una strada tracciata. Segnali chiari ed importanti in vista del futuro. Il presidente Petraglia ha rotto il lungo silenzio dando importanti indicazioni sul Matera che sarà. Un progetto importante per una squadra che comunque deve partire con i piedi ben piantati per terra. Non si è parlato di obiettivi con l’intenzione di disputare un buon campionato ed esprimere un gioco che possa far divertire. Ovviamente, è impensabile assistere a quella squadra ammazza-campionato che ha fatto il vuoto nella scorsa stagione. Petraglia, però, ha preferito non parlare di traguardi minimi.

Ovvio che il primo passo dovrà essere una salvezza tranquilla. In casa biancoazzurra, però, ci si augura che non ci si trovi mai in situazioni di tale difficoltà. Dunque, mantenersi nella parte sinistra della classifica può essere il primo passo. Un po’ le dichiarazioni che Petraglia fece dopo il termine del campionato di Eccellenza. Non ha mai parlato di lottare per vincere il campionato come non ha mai detto che la squadra sarà una Cenerentola. Ovviamente il ruolo che il Matera potrà recitare nel prossimo Girone H di Serie D lo scopriremo cammin facendo. Il primo passo, è quello di costruire la nuova squadra. Ad oggi, c’è il solo Figliomeni in organico e lunedì la squadra di Finamore andrà in ritiro in Val d’Agri. Difficile pensare che si possa partire con una sola pedina. Impossibile imbastire un programma di lavoro.

Ipotizzabile che nelle prossime ore ci saranno una serie di annunci anche se questo lo si pensava anche dopo l’arrivo dell’esperto difensore. Il ritiro, come ha ribadito Petraglia, sarà una sorta di casting. Magari si partirà con alcuni giocatori da valutare sui quali sciogliere le riserve solamente ad agosto. La speranza è che per la Val d’Agri si possa partire con un buon gruppo, pronto a fare spogliatoio e a consentire al tecnico Finamore di poter lavorare al meglio già dai primi giorni in montagna. Ovviamente, sarà un Matera da “lavori in corso” con la speranza che questo cartello possa essere presto tolto, magari già prima dell’esordio in Coppa Italia del 21 agosto.

Poi, ci dovranno essere anche delle amichevoli da programmare per poter provare schemi e dettami tattici in modo da arrivare al meglio per il 4 agosto, giorno dell’esordio in campionato e data che tanti tifosi hanno cercato sul proprio calendario con la matita biancoazzurra. Per fare tutto questo, però, occorre che al buon Figliomeni vengano affiancati altri giocatori nelle prossime ore. Perché la data del 25 luglio si avvicina e per dare un senso concreto a questo ritiro occorre avere qualche giocatore in organico.